C'è una nuova forma di voyeurismo nata con il proliferare di siti di vendita tra privati e si chiama Reflectoporn. Questo termine viene utilizzato per descrivere una particolare forma di esibizionismo in cui una persona, intenta a scattare la foto di un oggetto da mettere in vendita, fa in modo di comparire, almeno in parte, all'interno della fotografia stessa grazie ad un futile ed ingenuo errore. Il sedicente venditore scatta la fotografia di un oggetto, preferibilmente con una superficie riflettente, in modo che il suo corpo nudo possa "accidentalmente" venire intravisto nel riflesso. La fotografia viene poi pubblicata su un sito di vendita online.
Questa bizzarra mania colpisce siti come ebay ed ogni altra piattaforme on line di vendita tra privati. Si tratta di foto apparentemente ordinarie che contengono scene di nudo nascoste in un riflesso. Una leggerezza per alcuni venditori, una vera e propria mania per altri, che lo fanno intenzionalmente.
L'esibizionista in questione non a caso sceglie quasi sempre un oggetto luccicante o cromato per la sua inserzione, affinché scattando le foto sia semplice far vedere qualche dettaglio intimo! E così tutti a vendersi il servizio di sheffield della nonna!
Si stratta di timidi maniaci o burloni della rete?
Insomma, Reflectoporn è vero feticcio da esibizionismo virtuale o uno scherzo fatto da chi vuole semplicemente vedere se qualcuno si accorge del dettaglio trash? In ogni caso il fenomeno si è meritato di diritto una voce sull'Urban Dictionary e una sua pagina su Wikipedia, nonché un gremito hashtag su Instagram!
Per mostrarvi qualche esempio di Reflectoporn abbiamo scelto le foto di Lotte Reimann, un fotografo tedesco che ha realizzato una serie dal nome Reflections 2014. A seguire abbiamo rubato qualche scatto dai social network.

Ps: Attenzione! Se intendete googolare questo fenomeno non sbagliate termine, quello esatto è Reflectoporn, se cercate pornoreflection, invertendo i termini, vi verrà fuori tutta un'altra serie di immagini....

Lotte Reimann- Reflections 2014:

 

 

Web source:

loading...
Thursday, 08 December 2016
Back to Top