Le pubblicità giapponesi ci regalano sempre grandi gioie in fatto di ilarità. Sono spesso comiche ed imbarazzanti (per chi le interpreta) e con questa storia dell'approccio soft selling prendono l'argomento molto da lontano tanto che spesso non si capisce nemmeno di cosa stiano parlano. In Giappone nelle pubblicità viene utilizzata una tipologia di approccio definita soft, che tende a mettere in risalto l’aspetto emozionale del prodotto attraverso una comunicazione piuttosto implicita. Non si usano mai frasi che incitano all'acquisto, ne si spende tempo per i dettagli tecnici sul prodotto. Si punta tutto sull'emozione. Se ci pensaste, qui (e in tutto l'occidente) accade esattamente il contrario, ovvero si tende all'esplicito (quindi hard-sell). Questa enorme differenza in comunicazione rispecchia la grandissima differenza culturale tra i due "emisferi".
La strategia di mettere in risalto le emozioni è una risposta obbligata al carattere del popolo giapponese; il consumatore giapponese aspetta di poter valutare un prodotto senza che il venditore ne esalti eccessivamente le qualità che dovrebbero essere già evidenti in partenza, anzi se si insiste troppo il consumatore giapponese penserà che è una truffa. Ecco quindi il soft-selling, anziché forzare a mettere in risalto le qualità intrinseche del prodotto, ne mette in risalto gli aspetti emozionali, l’atmosfera che da esso ne scaturisce, stimolando più l’immaginazione che la ragione.

Con questa storia dell'essere soft nella vendita e non "spingere" troppo sulle caratteristiche del prodotto, accade spesso che per pubblicizzare qualcosa i giapponesi la prendono un po' da lontano...

Ecco quello che accade in questo spot ideato per pubblicizzare delle padelle antiaderenti della FlavorStone: Ok, che non volete dire che non attaccano, che non volete parlare del materiale di sui sono fatte, ne tanto meno del prezzo o dei benefits, ma 100 cameriere (anche un po' sexy) che dai piani alti di una casa si passano un caldo pancake fino ad arrivare al piano terra dove il padrone di casa aspetta la sua colazione ci sembra eccessivo!

Buona visione

loading...
Saturday, 03 December 2016
Back to Top