"The Human Chain" è una campagna di comunicazione sociale del 2009 realizzata dalla W&Cie advertising per La Ligue Contre Le Cancer  in Francia. Questo spot dura solo 45 secondi ma in così poco tempo riesce comunque ed essere un concentrato di emozioni, tanto dolce e commovente da aver vinto l’ EACA Care Awards 2010, ovvero quel particolare riconoscimento che l'Associazione europea delle agenzie di comunicazione  (EACA ) da a chi si è distinto per promuovere la responsabilità sociale delle imprese.
Lo spot recita: In the face of cancer, we are stronger together.

Il video inizia con un mimo con la faccia dipinta e un cappello in testa che segue delle persone e le imita alla lettera in tutto quello che fanno. C’è chi corre, che telefona, chi si fa una foto. In alcuni momenti sembra quasi che l’artista di strada voglia farsi beffa degli altri ma come vedremo più avanti non è cosi…
Ad un tratto, il mimo si siede accanto ad una donna e mentre sono schiena a schiena appare una scritta che recita: “ci si sente meglio quando c’è qualcuno dietro” e qualche secondo dopo… “soprattutto se si è malati di cancro”. Il mimo non seguiva, ne imitava i gesti delle persone per farle ridere o per prenderle in giro, ma per stargli accanto e farle sentire protette. 

Quando l’artista finisce la sua performance, e come tutti gli artisti si toglie trucco e costume e torna ad essere una persona comuni, si capisce che senza maschere è tornato alla vita reale: lui, il vero protagonista di questa triste storia, è un malato di cancro che deve affrontare questa battaglia, ma non da solo, perché tutti quelli che aveva seguito nella prima parte del filmato ora seguono i suoi passi e imitano i suoi gesti, e come dice lo spot: in the face of cancer, we are stronger together.
Siamo più forti contro il cancro se lo affrontiamo insieme.

 

loading...
Friday, 09 December 2016
Back to Top