Ogni anno passiamo circa nove mesi ad aspettare l'estate, le ferie, il sole. L'ombrellone ed il mare sembrano miraggi lontani e la nostra pelle bianca ci ricorda da quanto tempo non ci concediamo una pausa dalla città e dalla scrivania.
Nonostante in molti scelgano la montagna o l'esplorazione di altre capitali, la meta più inflazionata per una vacanza in total relax è di sicuro il mare! Lo iodio, la sabbia, il rumore delle onde mosse dal vento...già sto sognando una villeggiatura interamente fatta di tuffi in acqua, aperitivi in spiaggia ed ore e ore passate sotto il sole sperando, almeno quest'anno, di ottenere quella pelle ambrata tanto desiderata. Immaginate tutto ciò ed aggiungeteci anche un bel barbecue improvvisato sulla spiaggia: estasi!
Questo è ciò che è accaduto in Perù qualche estate fa: un acclamatissimo chef stellato, Flavio Solorzano, ha presentato il Solar Barbecue, uno strumento innovativo in grado di cuocere la carne solamente con l'utilizzo dell'energia solare.
Senza fuoco e senza gas, l'economico sistema parabolico eco friendly permette di cucinare in poco tempo una bella bistecca e la scelta della cottura sta a te: più tempo la lasci sotto i raggi del sole, più si colora.
Una volta cotta la pietanza, lo chef ha distribuito il succulento piatto a tutti i curiosi in bikini che, dopo aver afferrato la loro porzione, hanno potuto leggere cosa c'era inciso sulla carne rovente: proteggiti dal sole.




Ebbene si, nonostante sembrasse una super campagna promozionale di un innovativo barbecue dal design fashion, ciò che è accaduto in Perù è la dimostrazione di una stupefacente campagna ambient promossa dalla Liga Contra el Cancer (la Lega contro il cancro) e l'agenzia pubblicitaria Y&R.
L'iniziativa, intrapresa durante una delle estati caratterizzata dalle più forti radiazioni solari, ha avuto l'obiettivo di sensibilizzare i presenti su un tema importante e delicato quale l'aspetto distruttivo dei raggi solari sulla pelle, esortando le persone a preservarsi dalle radiazioni per evitare la stessa fine di quella bistecca rovente.
“Ora che avete visto gli effetti del sole, scegliete come proteggere la vostra pelle”: con questa frase lo chef introduce sul banco tre salse, ma stavolta non si tratta di ketchup, maionese e mostarda, bensì di creme protettive con differenti fattori di protezione solare: 30, 50 e 100!
Il sole non preferisce una carne ad un'altra, non pensare di essere invincibile e proteggiti come se al centro di quella parabola solare ci fossi tu!

Guarda il video qui sotto!

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top