Questa campagna sociale ha la forma di un blog. Plan Norway, un'organizzazione indipendente dedita alla tutela dei bambini, ha lanciato sul web un blog per sensibilizzare la popolazione contro il fenomeno delle spose bambine. Fin qui sembra tutto normale, se non fosse che il blog in questione è un sito fittizio che si chiama Stopp Bryllupet, sul quale una ragazza Norvegese di 12 anni, Thea, annuncia e racconta passo dopo passo il suo matrimonio con un uomo di 37 anni previsto da li ad un mese, l'11 ottobre 2014.
 
Ciao! Il mio nome è Thea e i ho 12 anni. Mi sposo tra un mese!
Il blog è pieno di foto di Thea in abito da sposa, Thea con il suo futuro marito, Thea con la fede al dito. Tutto è stato confezionato ad hoc per essere il più credibile possibile. Il primo matrimonio ufficiale di una bambina in Norvegia ha scatenato un putiferio sul web e non solo. L'obiettivo era quello di coinvolgere la popolazione ad agire immediatamente e fermare il matrimonio prima che Thea potesse dire il fatidico "sì". Diverse centinaia di lettori hanno commentato inorriditi, consigliando alla ragazza che un matrimonio come questo è illegale secondo le leggi norvegesi: alcuni addirittura hanno contattato la polizia.

Con l'aiuto del web ambassador e di celebrità che hanno twittato sul blog, la storia presto diventa virale e il blog ha più di 130.000 lettori nel suo primo giorno.
La scelta della data delle nozze non è stata casuale, l’11 Ottobre è la giornata internazionale dell’Onu per le ragazze (UN’s International Day of the Girl Child).

Grazie a questo blog migliaia di persone hanno discusso il tema sui social media con gli Hastag  fatto #stoppbryllupet e #stopthewedding ed hanno portato l’attenzione su un fenomeno che colpisce 39.000 ragazze ogni giorno.  Le spose bambine devono lasciare la scuola e sono costrette a vivere relazioni violente e  sopportare gravidanze indesiderate e pericolose; sono derubate della loro infanzia e non hanno il controllo della propria vita.

 

Il livello di provocazione in questa campagna è molto alto ma è anche un potente strumento per dimostrare una verità scomoda e oltraggiosa.

Ecco il video del giorno del matrimoni di Thea: anche se sappiamo che è tutto finto, una lacrimuccia è scesa comunque.
Thea non si è sposata ed in Norvegia queste cose non accadono, tranquilli! Il blog esiste ancora ed è diventato il sito ufficiale della campagna.

 

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top