Sandy Skoglund è un'artista americana che realizza installazioni ambientali che poi fotografa. Utilizzando oggetti quotidiani, piccole sculture e materiali da lei disegnati e fabbricati, crea dimensioni surreali ed opprimenti in cui convivono oggetti, uomini e animali. Ogni installazione viene costruita con tecniche diverse ed è dotata di significato autonomo e data la complessità di ogni singola scena, Sandy Skoglund produce circa un'immagine all'anno.Il suo primo lavoro noto è Radioactive Cats del 1980, una stanza monocolore grigia abitata da due anziani e da una grande quantità di gatt[...]

Quando si parla di creatività è facile storcere il naso. Sembra sempre più spesso che il mondo utilizzi questo attributo in termini autoreferenziali e poco chiari: molti si definiscono tali senza apparenti ragioni tangibili, altri ignorano i confini e il campo d’azione di questo aggettivo così imponente ma azzardato. Si può essere creativi a lavoro, in cucina, lo si può essere nell’arte, nella musica o semplicemente adottando un comportamento rivoluzionario nei confronti di schemi tradizionali. Beh, secondo il mio modesto parere la creatività è un atteggiamento, è la capacità di [...]

Olivia Alonso Gough è una fotografa e una performance artist che si ritrae spesso mentre piange e il trucco le cola sul volto, mentre guarda nel vuoto con lo sguardo assente o fa ridicole smorfie. Di solito in foto, tutti cerchiamo di sorridere e mostrare il meglio di noi stessi, al contrario Olivia vuole celebrare la "cultura della bambina triste", che senza vergogna mostra la propria emotività. Piangere in pubblico è un tabù, chi piange si nasconde spesso sotto un cappuccio, dietro un fazzoletto o grandi occhiali da sole, Olivia invece ne fa un vanto, una forma moderna di liber[...]

“Nella street photography la migliore attrezzatura è un buon paio di scarpe”: questa una delle massime preferite di Alessio Trerotoli, artista romano che fa della fotografia la propria passione e della curiosità il suo punto forte.Classe ’81, Alessio nasce e vive a Roma, tuttavia le sue abitudini sono sempre state tutt’altro che sedentarie: come un buon esploratore che si rispetti ha viaggiato e continua a viaggiare moltissimo alla ricerca di esperienze ed ispirazioni sempre nuove per coltivare al meglio il suo vero amore: la fotografia.Con una fotocamera in spalla e tanta voglia di [...]

Nádia Maria ha 32 anni ed è una fotografa professionista che vive e lavora in Sud America. Nelle sue opere traspare un approccio molto “fisico” alla realtà, il corpo umano è sempre presente, spesso caratterizzato da tagli e ferite altre volte fuggevole e impalpabile, ma comunque ingombrante.Sono opere profondamente intime ma anche metaforiche. Nulla è lasciato al caso ed ogni elemento ha un ruolo narrativo ben preciso all'interno della composizione. Come in un film horror in cui sangue e violenza spesso suggeriscono qualcos’altro e aggiungono valore alla trama, anche in questi lavor[...]

Se dovessi dirvi le parole "reportage fotografico sulle aree rurali del Northeast degli Stat iUniti"cosa vi viene in mente? Il mio immaginario mi rimanda a spazi sconfinati, fieno, mandrie, cavalli, trattori, fiumi e laghi. Tecnicamente il Nordest degli Stati Uniti è un'ampia regione situata all'estremo oriente del paese, verso il Canada e il Nord Atlantico. È composta da stati come il Connecticut, il Maine, il Massachusetts, il Rhode Island, il Vermont e il New Hampshire.C'e un'artista che ha raccontato questo vasto territorio in modo davvero inconsueto... Alicia Savage è una fo[...]

Maren Klemp è una fotografa Norvegese che nei suoi scatti raffigura i lati più oscuri della mente umana, raffigurando coloro che sono in preda all'oscurità. Il suo è un racconto per immagini della malattia mentale, fatto di figure dagli occhi spenti che guardano nel vuoto come se fossero smarrite, donne misteriose in preda a catarsi o inconsapevoli vestali immerse tra acqua e natura.Il suo obiettivo dichiarato è quello di aumentare la consapevolezza verso i problemi di salute mentale attraverso le sue foto.  Lei stessa del suo lavoro dice: "considero la mia fotografia sia un tuffo n[...]

Laurent Rosset è un architetto e artista danese che crea sogni in versione digitale.Grazie alla manipolazione ed alla composizione di differenti fotografie, Laurent riesce a far vivere allo spettatore scene impossibili, mescolando le carte della fisica e della logica a favore del surreale.Nei suoi lavori i paesaggi, che siano essi naturali o urbani, riescono a volte a ripiegarsi su se stessi, mentre altre volte hanno più di un orizzonte. Il mondo, le persone e gli oggetti vengono distorti in un universo morbido e fantasioso ma allo stesso tempo incredibilmente reale e tangibile.E' come se un[...]

Non sempre l’intento di passare inosservati corrisponde ad un personale atteggiamento di discrezione: il non dar nell’occhio può essere una decisione, una sorta di sussurro potente con cui si afferma il proprio punto di vista.Ebbene tale concetto è esaustivamente espresso nelle opere di Cecilia Paredes, artista peruviana che ha fatto della mimesi la sua più grande espressione d’arte.Dall’unione della passione per la pittura e per la fotografia Cecilia, classe 50, è diventata celebre in tutto il globo per i suoi scatti enigmatici che la vedono fondersi con lo sfondo di riferimento, [...]

Sara Lorusso è una talentuosa fotografa italiana di 21 anni con un portfolio analogico dalla sensibilità complessa ed interessante. I suoi scatti, realizzati con una kodak 200 color plus, hanno la duplice capacità di apparire delicati e sofisticati ma allo stesso tempo espliciti e diretti. Velate di poesia rosa, le fotografie di Sara esplorano i temi della sessualità, del corpo come opera d'arte e della femminilità mostrando attraverso metafore genuine ciò che si tende a nascondere perchè troppo spesso considerato tabù.Utilizzando specchi, fiori e frutta, le giovani donne ritratte da[...]
Avanti