“È più preziosa, per il genere umano, la scoperta di una nuova pietanza piuttosto che la scoperta di una nuova stella” affermava Anthelme Brillat-Savarin, politico e gastronomo francese noto, tra le altre cose, per i dolci aforismi che negli anni dedicò al cibo. Il verbo mangiare, nel tempo, si è caricato di molteplici valori e significati: da un’accezione prettamente funzionale che è quella della nutrizione alimentare, è diventato, per molti, un rito che si colloca sempre di più sul piano estetico e sociale, diventando forma d’arte e status symbol.Fonte d’ispirazione per pitt[...]

Cosa accadrebbe se da un momento all’altro un’arancia smettesse di essere un semplice agrume arancione? O se uno specchietto retrovisore abbandonasse la sua naturale funzione di dispositivo di sicurezza per diventare altro? O ancora, cosa succederebbe se tutti i puntini disegnati sui sei lati di un dado prendessero vita e scappassero da esso? Possiamo trovare tutte le risposte a questi quesiti bizzarri all’interno della collezione “Improbabilità”, una serie fotografica sui generis, frutto della genialità di Giuseppe Colarusso, brillante fotografo italiano.Negli scatti onirici che c[...]

Dall'ossessione per l'ordine possono nascere opere d'arte davvero toccanti, criptiche, essenziali e dal carattere fortemente ipnotico.Oggi vi parlo di due maniaci dell'ordine a confronto. Entrambi hanno fatto delle loro composizioni ordinate, in maniera quasi ossessiva, la loro forma di ispirazione. Il primo è Mikkel Jul Hvilshøj, un fotografo danese, specializzato in immagini Still Life, dal gusto lineare e pulito. Nel suo progetto fotografico dal titolo Liquidminds, Mikkel si cimenta in cucina creando "ricette fotografiche". Liquidminds è una serie di cinque immagini che present[...]

Tutti noi abbiamo una storia d'amore finita alla spalle e tutti  abbiamo nel tempo collezionatoricordi e oggetti appartenenti all'ex. Sbarazzarsene è difficile e spesso si finisce per mettere tutto in una scatola, riposta segretamente nell'armadio o nello sgabuzzino. Biglietti, magliette, souvenir, lettere e libri. Piccoli dettagli che non possiamo tenere in bella vista ma nemmeno buttare via. Love Storage è un progetto fotografico di scatole di ex, è un modo per raccontare con affetto una storia finita, uno metodo infallibile per esorcizzare una delusione e per gli inguaribili romantici [...]

Diamonds are a girl’s best friend? Mmm…No, o almeno non per me.Ho sempre considerato il mio migliore amico il cioccolato, prezioso dono della natura che ha l’incredibile capacità di tirar su il morale in un istante, il tempo che occorre alle papille gustative per assaporarlo ed esultare come pazze.Se per gli studiosi della Boston University il cioccolato allunga la vita, per Martina Lang e Valentine Ammeux non è del tutto così.Le due giovani si definiscono: amiche, chocoholics (ubriache di cioccolato) e dipendenti dal mondo della grafica; una buona presentazione per la coppia che ha d[...]

La fotografa estone Kylli Sparre realizza fotografie concettuali che sembrano uscite da un racconto lugubre. Le sue immagini sono spesso concentrate su una donna sola, immersa in paesaggi solitari e aridi che sembrano isolare la protagonista nello spazio e nel tempo. Le sue modelle assumono pose al culmine del movimento coreografico ed in questo elemento ricorrente si evince il forte legame che c'è tra questi scatti e la danza e tra la danza e Kylli Sparre.  Per capire a fondo queste foto è importante sapere che Kylli Sparre dopo anni di formazione per diventare una ballerina professionista[...]

Il fotografo Mitch Dobrowner viaggia in un lungo e in largo per gli Stati Uniti alla ricerca di tempeste apocalittiche che si innalzano sopra i campi rurali in Oklahoma, Kansas e North Dakota. Ispirato da fotografi come Minor White e Ansel Adams, cattura paesaggi mozzafiato; le pianure infinite degli stati del sud e del Midwest con formazioni atmosferiche da fine del Mondo. Le immagini in bianco e nero di Dobrowner sono penetranti e drammatiche. Una ricerca e una sfida se pur rispettosa a Madre Natura, documentano tutta la potenza, la calma apparente e la violenza che si scatenano dal cielo. [...]

Ogni volta che ci troviamo ad apprezzare o semplicemente ad osservare un’opera d’arte dovremmo soffermarci a pensare a ciò che c’è dietro, a tutto il behinde the scenes che vi si cela. All’interno di una scultura, di un quadro o di una fotografia c’è sempre un pezzo d’artista: tra quelle forme e quei colori si nasconde il suo tempo, l’impegno speso e due o tre etti di anima. Attraverso l’arte entriamo in punta di piedi nella vita dell’autore e, attraversando le sue emozioni, diventiamo quasi complici. Joanne Leah si presenta con la fotografia, si racconta tramite scatti in[...]

Beth Moon è una fotografa americana che ha cominciato a fotografare alberi antichi mentre viveva in Inghilterra. In quattordici anni di intenso lavoro è passata a fotografare sequoie, pini, alberi di Giosué sulla costa ovest degli Stati Uniti e molti altri tipi di alberi in Sudafrica, Madagascar, Yemen e Israele. Beth Moon ha girato il mondo cercando di "catturare" alberi di ogni tipo, quelli più antichi o con una storia importante sono diventati un libro dal titolo Ancient Trees: Portraits of Time.  In questa serie rientrano gli alberi dalle grandi radici che avvolgono gli anti[...]

Queer è un termine della lingua inglese che tradizionalmente significava "eccentrico", tuttavia in italiano "Queer" è più che altro un termine politico, usato per definire soggetti sessualmente, etnicamente o socialmente ambigui, riluttanti alla definizione di normalità codificata dalla cultura egemone.Partiamo da questa definizione per descrivere il lavoro artistico di Arvida Byström proprio perché la sua estetica è difficilmente codificabile: è eccentrica, ambivalente, elusiva, criptica ed enigmatica. Arvida ha 26 anni, fa la fotografa, la modella e la musicista e[...]
Avanti