Steph (Stephanie) Wilson è una fotografa d'arte e di moda con sede a Hackney, Londra. E' conosciuta in rete sopratutto per la serie dal titolo Emoji dove Steph unisce arte, fotografia e ideologia femminista con uova fritte, emoticon, frutta e fiori. Da questa bizzarra unione nasce una serie di fotografie che discute se la censura sui social media sia andata troppo lontano.

Emoji affronta con sfrontata ironia il tema delle politiche restrittive di Internet, nate e accentuatesi proprio in questi anni, quelle stesse regole di utilizzo dei social media che vietano la messa in mostra della nudità sia femminile che maschile con particolare attenzione alla “questione dei capezzoli femminili”.
Steph Wilson, classe 1992, utilizza la fotografia, per affrontare a viso aperto la censura e nel farlo si autocensura con degli emoticon!

  Gli emoticon, sono  quelle faccine (o ancora smiley) stilizzate utilizzate per riprodurre sul web le principali espressioni facciali umane, sono piccoli ideogrammi che esprimono un'emozione; l'artista in questo caso li utilizza  per coprire parti del corpo che se mostrate apertamente risulterebbero inopportune! I nudi di Steph Wilson, nonostante il trick dell'autocensura, sono opere crude e potenti e dimostrano che non si può impedire che immagini provocanti e forti vengano diffuse in rete e che dietro alla censura spesso si nasconde un'ipocrisia di fondo.

Emoji è un raffinato esercizio di stile che scatto dopo scatto mostra come la censura possa  incredibilmente trasformarsi in un'espressione d'arte grazie alla parodia .
Stephanie è anche il fondatore del collettivo artistico , Lemon People ", un gruppo di artisti, scrittori , fotografi, registi e musicisti che lavorano insieme. Il lavoro di Speph Wilson  non si limita alla serie Emoji di cui vi abbiamo parlato oggi, per cui vi invitiamo a visitare il suo sito per vedere tutti i suoi ultimi lavori.

www.steph-wilson.com

 

loading...
Sunday, 04 December 2016
Back to Top