Le atmosfere della Serenissima si preparano a "Visions of Venice" di Roberto Polillo, che racconta "sua Venezia" attraverso scatti inediti e particolari che ritraggono architetture visionarie e fantasmagoriche.

Dopo averne mostrato un estratto al MIA 2015 di Milano in anteprima internazionale, Polillo inaugura il 22 gennaio 2016 alle 18.00 alla Casa dei Tre Oci alla Giudecca di Venezia la mostra "Roberto Polillo. Visions of Venice". In programma fino al 28 marzo 2016 (e inserita all'interno della manifestazione "Tre Mostre - Tre Oci"), l'esposizione è introdotta da un testo di Denis Curti ed è curata da Alessandro Luigi Perna.

A comporre la mostra 75 immagini di Venezia (dal piccolo al grandissimo formato) realizzate nell'ambito di un progetto personale pluriennale dedicato alla città. In esposizione e nel libro che l'accompagna, edito da Skira, anche una selezione di citazioni su Venezia tratte dalle opere di alcuni dei più grandi scrittori italiani e internazionali.

La sua fotografia è carica di colori e umori mutevoli. A volte è una città luminosa, solare, ottimista. Altre è invece cupa, misteriosa, gotica e avventurosa. Altre ancora è intimista, malinconica, desolata, quasi disperata.
A ispirarlo culturalmente ed esteticamente sono i pittori viaggiatori dell'800 (soprattutto gli orientalisti) e artisti come Delacroix, Matisse, Renoir, Van Gogh, Turner, De Chirico. Ma per quanti riferimenti ci siano nelle sue immagini alla pittura moderna e contemporanea, Roberto Polillo crea per sé e per il suo pubblico un suggestivo universo artistico ed estetico del tutto originale e autonomo.

Milanese, classe 1946, Roberto Polillo fin da giovane si è occupato di fotografia e musica. Negli anni ’60 ha fotografato per la rivista Musica Jazz, diretta dal padre Arrigo, noto critico e storico del jazz, oltre un centinaio di concerti, realizzando così una galleria molto completa di ritratti dei più noti musicisti di jazz dell’epoca. Le sue immagini sono state esposte in numerose mostre personali e utilizzate in riviste, libri, CD e magazine online. In particolare le sue foto sono regolarmente pubblicate sui mensili Musica Jazz e JazzIt. Un’ampia selezione è in esposizione permanente a Siena, nei locali della Fondazione Siena Jazz.

"Visions of Venice" rappresenta il primo capitolo di "Impressions of the World", il progetto ormai decennale di Roberto Polillo che ha per obiettivo la ricerca del Genius Loci di città e paesi del mondo. Un'avventura artistica e spirituale che finora lo ha portato in Marocco, India, Sud Est Asiatico, America Centrale, New Mexico, Miami, Islanda e Italia.

Il progetto è tutto realizzato in ICM - Intentional Camera Movement, una tecnica di ripresa ancora poco conosciuta ma di grandi potenzialità artistiche che impone di realizzare le immagini tenendo tempi di ripresa lunghi e muovendo la macchina fotografica durante lo scatto.

 

Via Huffingtonpost

loading...
Sunday, 04 December 2016
Back to Top