Non è facile riconoscere qualcosa di davvero artistico da qualcosa che, invece, si spaccia tale senza ragioni.
Spesso si tende a rintracciare l'arte anche laddove non c'è, a risparmiare giudizi di disapprovazione mettendo a tacere il proprio senso critico; forse per la paura di andare controcorrente o forse perchè non si è sempre in grado di riconoscere qualcosa di autentico in un mare pieno di wannabe.
Ebbene voi direte: un mare - tra l'altro si tratta dell'Adriatico, neanche fosse il Mar dei Caraibi - e della gente che si fa i fatti propri in spiaggia...Beh, cosa c'è di artistico? Con una macchinetta professionale ed uno zoom da paura chiunque sarebbe in grado!




E invece no, questa rappresenta la classica affermazione di un osservatore superficiale che non è in grado di riconoscere la vera arte, l'arte di uno dei fotografi più validi che abbiamo in Italia: Olivo Barbieri!
Il maestro, nato a Carpi (in provincia dei Modena) nel 1954, è celebre per le sue foto aeree di ambienti urbani; egli grazie alla tecnica della messa a fuoco selettiva e alla combinazione di scatti in positivo ed in negativo, riesce a rendere gli scenari metropolitani delle miniature suggestive e surreali. I suoi soggetti sono città, strade, dettagli di centri urbani che ne racchiudono l'essenza e, da stimabile artista quale è, la sua prerogativa è viaggiare per scoprire nuovi mondi da raccontare tramite la fotografia.
Ma torniamo all'Adriatico di cui si accennava prima: uno degli ultimi lavori di Barbieri vede come protagonista la costa Adriatica, rivelata nel suo periodo di massima celebrità: l'estate.
La collezione di foto aeree prende il nome di Adriatic Sea (staged) Dancing People!




Il fotografo, a bordo di un aereo e rigorosamente accompagnato dalla sua fedele macchina fotografica, ha immortalato dall'alto i comportamenti che assumono abitanti e turisti mentre trascorrono una giornata al mare.
Le piccole miniature che si osservano dal cielo sembrano ricreare la scenografia perfetta di una vacanza popolare e folkloristica; dall'alto ognuno sembra rispettare gli schemi di una coreografia, di un palcoscenico fatto di sabbia rovente ed acqua. C'è chi gioca, chi nuota, chi passeggia e chi rispetta le istruzioni di qualche istruttore di acquagym!
Barbieri ha voluto rilanciare il ruolo positivo e ludico del mare, per troppo tempo accostato a disgrazie ed a violazione dei diritti umani.
Il fotografo è intervenuto sui suoi scatti originali con dei ritocchi in post produzione: ha enfatizzato la vivacità e la brillantezza del mare per conferire quell'atmosfera sognante tipica delle vacanze estive; in alcune foto ha persino eliminato i volti ed i corpi dei bagnanti, sostituendo la loro presenza con delle sagome bianche emblematiche, per evidenziare le naturali coreografie create inconsapevolmente dalla gente.




Le foto ci raccontano le vacanze sulla Costa Adriatica esattamente come il fotografo le percepisce: si respira armonia, e gli scatti comunicano un senso di gaudio e leggerezza tipico di chi vive il mare con uno spirito positivo. Ancora una volta Barbieri riesce a raccontare un mondo di significati, con qualche “semplice scatto”.

Visitate il sito ufficiale di Barbieri.

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top