I prodotti della terra come frutta e verdura, in antichità avevano un valore simbolico.
La mela ad esempio rappresentava, per gli antichi romani, il globo terrestre: per questo motivo una mela d’oro veniva posta sulla sommità dello scettro degli imperatori.
Le albicocche, che hanno un colore che ricorda l’oro, erano vendute dagli antichi romani...a peso d’oro!
Il sedano invece era ritenuto dagli antichi Greci una pianta nobile; infatti una corona di sedano era il premio per gli atleti vincitori delle competizioni.
E ancora, l'anguria veniva spesso sepolta con i faraoni egizi come fonte d’acqua nella vita ultraterrena.

Assodato quindi che dietro quello che per noi oggi è soltanto un alimento, c'è molto di più: storie, leggende, magie.
Ed è proprio a questo mistico e antico fascino che si ispira Maciek Jasik nella sua serie “The Secret Lives of Fruits and Vegetables”.

Il fotografo polacco, classe 1978, nei suoi scatti di still life “ritrae” frutta e verdura che rilasciano un fumo colorato, una densa nube che avvolge il soggetto restituendogli quell'aura magica e quelle caratteristiche arcaiche che aveva un tempo e che, come dice Maciek “sono state perse in mezzo al clamore delle statistiche nutrizionali”.
Questa magia è possibile grazie all'inserimento di fumogeni colorati all'interno di piccoli fori effettuati sul frutto o sull'ortaggio in questione: il risultato finale ha un equilibrio perfetto, dato sia dall'effetto del fumo che dall'accostamento cromatico tra esso e il vegetale.

E' sicuramente uno dei modi più particolari che abbiamo visto di ritrarre la frutta: le immagini infatti riescono a trasmettere emozioni e stati d'animo, seppur il soggetto è un qualcosa che conosciamo bene, con cui abbiamo a che fare tutti i giorni e che ci accompagna durante i nostri pasti.

Se vuoi vedere altri splendidi scatti di Jasik dai uno sguardo al suo sito personale.

 

loading...
Thursday, 08 December 2016
Back to Top