Colori vivaci e composizioni inaspettate, questo è lo stile fotografico dell'artista KangHee Kim, nata in Sud Corea, ma residente a New York.  
KangHee realizza immagini saturate ed eclettiche, ricche di giochi di colori e contrasti che trasformano ambienti banali in qualcosa di magico e surreale.



L'artista sperimenta e gioca con i colori, con gli specchi e le forme ed è sempre alla ricerca di nuove visioni dello stesso luogo.
Il soggetto dell'immagine diventa lo sfondo o viceversa lo sfondo di un'immagine riflesso in uno specchio diventa il soggetto dell'opera. Il cielo, spesso protagonista nelle sue foto, rappresenta il desiderio di evasione e libertà.
Dovremmo tutti alzare più spesso gli occhi al cielo per scoprire come i fili dell’elettricità si intrecciano con le nuvole e come le nuvole si confondano facilmente con le foglie degli alberi creando intrecci ed equilibri meravigliosi.



Il suo primo libro si intitola Magic e nessun nome poteva essere più adatto per raccontare le sue opere.
Magic, edito da "Same Paper" nel 2016, racconta di come un giorno KangHee passeggiando per le strade di New York, abbia smesso di aspettare che accadesse qualcosa di eccitante e si rese conto che, invece di attendere i miracoli, poteva iniziare a creare dei momenti magici nella sua testa e riportare tutto ciò sotto forma di scatti fotografici.
Sebbene le cose non andavano come lei desiderava, con le sue fotografie poteva sorprendersi e sorprendere il pubblico, ecco perché umorismo, positività e giocosità sono il fulcro della poetica e della pratica creativa di KangHee Kim.



More info here
All images ©  KangHee Kim,
-
Urban Contest Magazine: Arts, Culture, Lifestyle & News

Monday, 18 June 2018
Back to Top