Hossein Zare è un fotografo autodidatta di origini iraniane di appena 24 anni; le suo opere sono un mix perfetto di realtà e sogno in cui scatti urbani e scene surreali si incontrano e si fondono per parlare di vita attraverso il linguaggio onirico.
Hossein Zare crea opere minimali, surreali in cui la logica si capovolge e si riflette su sé stessa. Sono metafore di vita, raccontate prendendo in prestito dai sogni il linguaggio visivo e le infinite possibilità.




Guardando queste immagini mi torna in mente il consiglio che mi diede una persona saggia: "Tieni sempre carta e penna sul tuo comodino durante la notte, così da poter appuntare i tuoi sogni e ricordarli al mattino. Perché solo osservando ciò che è inconscio capirai la realtà". Le opere di Hossein Zare sembrano aver immortalato le sue visioni più nascoste, intime e inconsce e mescolando solitudine profonda, fantasie infantili, problemi ambientali, sociali, sofferenze e gioie, l'artista dona forma ai sogni e voce alla realtà.



Atmosfere nebbiose avvolgono paesaggi urbani le cui regole, verità e certezze sono alterate dalle sapienti manipolazioni fotografiche realizzate dall’artista. Un personaggio misterioso e solitario irrompe nella scena e diventa protagonista della narrazione onirica mentre vaga tra i sogni e le contraddizioni della realtà che lo circonda. Gli spettatori sono chiamati a cercare dentro di loro le dinamiche e gli eventi che portano l'uomo a rifugiarsi nel suo mondo solitario e utilizza l'immaginario surreale di città ribaltate, scale infinite, altalene nel cielo, fili del rasoio e nuvole su cui camminare per guidarli verso le proprie conclusioni.



Attraverso una combinazione di fotografia e manipolazione digitale in Photoshop, Hossein Zare crea scenari poetici ed affascinanti ai confini della realtà dove è possibile ritrovare ciò che è stato dimenticato al suono della sveglia e riscoprire lati del proprio essere che troppo spesso la vita quotidiana cela e condiziona.





Per continuare a sognare con i paesaggi onirici di Hossein Zare e per ulteriori informazioni vi segnaliamo il sito web dell'artista e la sua pagina facebook.

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top