Il Progetto heART è una delle iniziative più toccanti e poetiche dell'ultimo periodo, che mixa fotografia, arte ed impegno sociale per portare il sorriso sui volti dei bambini con disabilità motorie.
La Fondazione Sebastian, dedita all'aiuto dei bambini e delle famiglie, con l'aiuto della fotografa australiana Karen Alsop ha ideato un progetto che permette ai bimbi che purtroppo non hanno la possibilità di muoversi, di saltare, volare, correre. Almeno per una volta, anche se solo all'interno di uno scatto fotografico.


Il progetto presenta 3 protagonisti posare per alcuni scatti fotografici studiati ad hoc: dalla preparazione del set fotografico fino alla manipolazione fotografica che rende possibile quello che questi bimbi sognano da sempre di fare. Le giornate passate alla preparazione e realizzazione degli scatti hanno coinvolto le intere famiglie dei bimbi, per regalare a tutti una giornata diversa e spensierata.

Il primo progetto ha come protagonista Tahliyah, una piccola bimba incapace di camminare e di parlare, nonostante il suo volto non abbia mai perso il sorriso.
All'interno di questo scatto Tahliyah viene liberata dalla sua immobilità da alcune farfalle, che simbolicamente rappresentano le ali che le permettono di volare.


Sienna è invece una bimba che soffre di paralisi cerebrale, autismo ed epilessia. Per questo è costretta ad una vita in sedia a rotelle.
Nella sequenza fotografica vediamo entrare nella stanza i suoi (veri) fratelli, che rappresentano per l'occasione Peter Pan e Campanellino, mentre Sienna è diventata la piccola Wendy.
Peter pan mostra alla sorellina che può di alzarsi dalla sedia e potersi unire a loro per volare tutti e tre assieme verso L'isola che non c'è.



Joshua, il protagonista del terzo progetto, è nato con una grave malformazione aneurismatica della vena di Galeno, causando una forte limitazione motoria e cerebrale.
Il suo sogno nel cassetto è sempre stato quello di diventare una star del basket.
Ed eccolo mentre schiaccia la palla dentro il canestro, assieme al fido e inseparabile Jess, il suo cane “aiutante”, per l'occasione trasformato in un cane-supereroe.


Il Progetto HEART nasce con l'intenzione di diffondere l'amore in tutta la nazione, mostrando a tutte le persone che a volte, anche una cosa semplice come una fotografia, può veramente cambiare qualcosa all'interno della dura vita di alcune famiglie.

Potete leggere le storie intere dei protagonisti e vedere i video backstage del progetto sul sito del the heart project

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top