C'è chi è capace di vedere la bellezza nella forma strana di un ombelico, nel sorriso “metallico” di una persona con l'apparecchio ai denti, nei rotoli di grasso della pancia o in una semplice fetta di pizza. Ci sono persone che riescono a vedere l'arte dove gli altri non vedono nulla e una di queste è Hanna Panchenko.

Hanna è un'artista di Kiev, in Ucraina. È affascinata dall'arte della fotografia e si lascia ispirare dalla genuina bellezza naturale del corpo. Il suo lavoro è raccolto in un account Instagram ricco di foto sensuali, concettuali e a tratti raccapriccianti. Hanna Panchenko si concentra sui dettagli della forma umana ed è raro trovare tra i suoi scatti qualche figura intera. Il suo sguardo si colloca a cavallo tra il giocoso e il provocante, intimamente concentrato sui dettagli più “piccanti” del corpo, in un tripudio di bocche, seni e inguini.

E' difficile incanalare in un'estetica ben definita il lavoro di Hanna Panchenko, potremmo azzardare un neologismo e definirlo Sexy-trash. Hanna sembra voler rendere sexy cose ripugnanti: sigarette spente nelle parti intime, insetti dentro delle bocce o viscide lumache che strisciano su occhi, lingue e bocche. Questi lavori dall'appeal iniziale molto glamour hanno l'indubbia capacità di attrarre ed incuriosire, ma ad uno sguardo più attendo, i dettagli macabri di cui sono carichi, respingono lo spettatore che non può più far a meno di immedesimarsi ed immaginare su se stesso certe sgradevoli sensazioni.

L'account Instagram di Hanna è un profilo a metà tra la fotografia di still life e un manuale fetish per giovani apprendisti dominatori....

All images ©Hanna Panchenko


More Info: https://www.instagram.com/hanna_panchenko/


Urban Contest Magazine: Arts, Culture, Lifestyle & News

martedì, 12 novembre 2019
Back to Top