Dove mettete i vostri sogni? se ancora pensate di metterli nel cassetto non avete sicuramente visto gli scatti di Jee Young Lee che invece li mette in posa per i suoi scatti dal gusto surreale e a volte psichedelico.
Armata di tanta pazienza, la giovane fotografa si chiude per settimane e a volte mesi nel suo minuscolo studio di Seul (appena 3x6m) per costruire con minuzia e precisione scenari onirici, ispirandosi da emozioni e fiabe d’infanzia, utilizzando oggetti fatti a mano e particolari ricchi di colore.

Ogni centimetro quadrato disponibile viene utilizzato per ricreare con precisione maniacale le atmosfere che ha in mente, il risultato è sorprendente e le ambientazioni, ricche di simboli e dettagli evocativi, ci permettono di sbirciare nel suo mondo fantastico.
In queste opere-sogno non ci sono limiti, è la fantasia a far da padrona e tutto è lecito, tutto tranne l’utizzo di Photoshop o di qualsiasi altro software di fotoricco.
Quindi, tutto quello che vedete è allo stesso tempo irreale ma tangibile. Un vero sogno ad occhi aperti.

Il progetto prende il nome “stage of Mind”: è infatti la rappresentazione dell’interiorità dell’artista, delle sue paure e speranze, sogni e ricordi. Proprio per questo, una volta realizzati gli scenari, Jee Young Lee entra nella scena e si autofotografa, sempre di spalle, immersa nella tangibile rappresentazione della sua immaginazione.

loading...
Saturday, 03 December 2016
Back to Top