“Botanical” di Samuel Zeller è una reinterpretazione fotografica contemporanea ispirata alle illustrazioni botaniche classiche, create fra il XVIII e gli inizi del XX secolo. La realtà si rifrange attraverso i vetri di una serra svizzera d’epoca, ricordando la carta usata per la pittura ad acquerello.
Questa serie nasce nel marzo 2015, dopo una giornata di lavoro e una fuga di relax al Giardino Botanico di Ginevra, dove l’autore ammira per la prima volta la straordinaria luce che attraversa la serra. Ma è solo dopo aver guardato gli scatti a casa che Zeller nota l’anima pittorica delle foto, per crearne una serie.

Tutte le foto sono state scattate al Conservatorio e al Giardino Botanico di Ginevra in Svizzera. L’architettura risale al 1913, contiene al suo interno la più grande collezione di palme presente in Svizzera, e diventa in alcuni casi la cornice delle immagini.

Attraverso tecniche fotografiche digitali, l’autore vuole omaggiare i grandi artisti e riprodurre disegni fatti a mano, come fossero stati eseguiti nel XVIII secolo.
La scelta dei colori è importante. Le finiture morbide e leggere creano contrasti piacevoli. Per rendere questo effetto pittorico, Zeller si è ispirato ad artisti come Gustave Cillebott, Auguste Renoir e Monet e al modo in cui hanno dato vita a soggetti difficili da rappresentare, come la luce e le riflessioni. Ma c’è anche un riferimento alla pittura tradizionale giapponese (un’influenza diffusa fra gli impressionisti), con la rimozione della profondità e della prospettiva.

 

via Lanciatrendvision

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top