Yung Cheng Lin è un giovane artista meglio conosciuto come 3 cm. L’artista taiwanese si concentra sulla condizione e sul corpo femminile descrivendo le manifestazioni più profonde e controverse dell’essere donna con uno stile minimale e surreale capace di suscitare nell’osservatore emozioni profonde e toccanti riflessioni.


Il corpo femminile è protagonista di tutte le immagini, l’artista ne coglie la bellezza eterea ma anche la natura più intensa e cupa, fatta di sessualità ed erotismo ma anche di dolore.
Le sue opere sono un viaggio nell'universo delle donne: le mestruazioni, la maturità e la nascita sono temi che vengono affrontati negli scatti di Yung Cheng Lin e ne mostrano in maniera esplicita e un po’ inquietante le difficoltà, i dubbi e le paure.

Le posizioni contorte che i corpi assumo all’interno delle composizioni e l’inserimento di dettagli irrazionali rendono surreale e a tratti inquietante il complesso mondo che il fotografo descrive.
La ricerca esasperata della bellezza e lo sfruttamento del corpo femminile come oggetto del desiderio si trasformano in ossessione e sofferenza. Elementi come una rosa o un filo rosso ci guidano in questa analisi interiore trapassando i corpi, cucendo la pelle in una metafora del dolore che rende le donne vittime della propria immagine e ne colpiscono il lato più sensibile.


Gli scatti di Yung Cheng Lin sono intensi e penetranti, mostrano una realtà alterata a dimensione surreale. L’irrazionalità data dalle illusioni incuriosisce l’osservatore che perplesso è spinto a riflettere sulla condizione femminile attraverso l’analisi introspettiva. Le sensazioni di sofferenza e di disagio trapelano dalle immagini e il pubblico si rapporta con queste condizioni.
L’obiettivo del giovane fotografo è proprio quello di farci riflettere, infatti difficilmente illustra e spiega i suoi scatti, che devono essere invece, interpretati dallo spettatore trovando le risposte nella riflessione sensibile e personale.




loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top