“Nella street photography la migliore attrezzatura è un buon paio di scarpe”: questa una delle massime preferite di Alessio Trerotoli, artista romano che fa della fotografia la propria passione e della curiosità il suo punto forte.Classe ’81, Alessio nasce e vive a Roma, tuttavia le sue abitudini sono sempre state tutt’altro che sedentarie: come un buon esploratore che si rispetti ha viaggiato e continua a viaggiare moltissimo alla ricerca di esperienze ed ispirazioni sempre nuove per coltivare al meglio il suo vero amore: la fotografia.Con una fotocamera in spalla e tanta voglia di [...]

Nádia Maria ha 32 anni ed è una fotografa professionista che vive e lavora in Sud America. Nelle sue opere traspare un approccio molto “fisico” alla realtà, il corpo umano è sempre presente, spesso caratterizzato da tagli e ferite altre volte fuggevole e impalpabile, ma comunque ingombrante.Sono opere profondamente intime ma anche metaforiche. Nulla è lasciato al caso ed ogni elemento ha un ruolo narrativo ben preciso all'interno della composizione. Come in un film horror in cui sangue e violenza spesso suggeriscono qualcos’altro e aggiungono valore alla trama, anche in questi lavor[...]

Se dovessi dirvi le parole "reportage fotografico sulle aree rurali del Northeast degli Stat iUniti"cosa vi viene in mente? Il mio immaginario mi rimanda a spazi sconfinati, fieno, mandrie, cavalli, trattori, fiumi e laghi. Tecnicamente il Nordest degli Stati Uniti è un'ampia regione situata all'estremo oriente del paese, verso il Canada e il Nord Atlantico. È composta da stati come il Connecticut, il Maine, il Massachusetts, il Rhode Island, il Vermont e il New Hampshire.C'e un'artista che ha raccontato questo vasto territorio in modo davvero inconsueto... Alicia Savage è una fo[...]

Maren Klemp è una fotografa Norvegese che nei suoi scatti raffigura i lati più oscuri della mente umana, raffigurando coloro che sono in preda all'oscurità. Il suo è un racconto per immagini della malattia mentale, fatto di figure dagli occhi spenti che guardano nel vuoto come se fossero smarrite, donne misteriose in preda a catarsi o inconsapevoli vestali immerse tra acqua e natura.Il suo obiettivo dichiarato è quello di aumentare la consapevolezza verso i problemi di salute mentale attraverso le sue foto.  Lei stessa del suo lavoro dice: "considero la mia fotografia sia un tuffo n[...]

Laurent Rosset è un architetto e artista danese che crea sogni in versione digitale.Grazie alla manipolazione ed alla composizione di differenti fotografie, Laurent riesce a far vivere allo spettatore scene impossibili, mescolando le carte della fisica e della logica a favore del surreale.Nei suoi lavori i paesaggi, che siano essi naturali o urbani, riescono a volte a ripiegarsi su se stessi, mentre altre volte hanno più di un orizzonte. Il mondo, le persone e gli oggetti vengono distorti in un universo morbido e fantasioso ma allo stesso tempo incredibilmente reale e tangibile.E' come se un[...]

Non sempre l’intento di passare inosservati corrisponde ad un personale atteggiamento di discrezione: il non dar nell’occhio può essere una decisione, una sorta di sussurro potente con cui si afferma il proprio punto di vista.Ebbene tale concetto è esaustivamente espresso nelle opere di Cecilia Paredes, artista peruviana che ha fatto della mimesi la sua più grande espressione d’arte.Dall’unione della passione per la pittura e per la fotografia Cecilia, classe 50, è diventata celebre in tutto il globo per i suoi scatti enigmatici che la vedono fondersi con lo sfondo di riferimento, [...]

Sara Lorusso è una talentuosa fotografa italiana di 21 anni con un portfolio analogico dalla sensibilità complessa ed interessante. I suoi scatti, realizzati con una kodak 200 color plus, hanno la duplice capacità di apparire delicati e sofisticati ma allo stesso tempo espliciti e diretti. Velate di poesia rosa, le fotografie di Sara esplorano i temi della sessualità, del corpo come opera d'arte e della femminilità mostrando attraverso metafore genuine ciò che si tende a nascondere perchè troppo spesso considerato tabù.Utilizzando specchi, fiori e frutta, le giovani donne ritratte da[...]

Juno Calypso è una fotografa londinese specializzata in autoritratti che raffigurano se stessa nei panni di un personaggio immaginario che ha chiamato Joyce. Joyce si cala in diversi ruoli e location: a volte è una receptionist o una segretaria, a volte una casalinga o una moglie sola. Juno utilizza Joyce per raccontare di volta in volta in uno stereotipo femminile diverso.Quella raffigurata da Juno Calypso è una caricatura della donna contemporanea, tragicomica ed esagerata ma, sfortunatamente per noi donne, non troppo lontana dalla realtà. L'artista guarda con ironia alle pretese della s[...]

La comunicazione non verbale: esprimersi tramite il linguaggio del corpo, la postura, i movimenti. Evitare l'uso delle parole, non calibrare il tono di voce e preferire un aspetto quasi estetico della comunicazione, quello strettamente legato allo spazio, all'aspetto, ai sensi.La fotografa greca Anastasia Mastrakouli ha sintetizzato alla perfezione tale concetto e, tramite la fotografia, ha realizzato una galleria di scatti in cui il movimento del corpo ruba il ruolo alla voce e alla grammatica per diventare un potente mezzo di comunicazione.La relazione tra corpo e spazio si trasforma in gra[...]

Bill Durgin è un artista e fotografo contemporaneo innovativo e geniale, uno studioso del corpo che celebra la figura umana traducendola in arte. Figure Ground è l’ultima serie fotografica realizzata dall’artista, dove con un forte focus sul corpo umano, il fotografo e visual artist americano gioca abilmente con la nostra percezione. Il lavoro fotografico di Bill Durgin è davvero unico e il risultato finale differisce in modo significativo dalla foto originale. Una volta aver terminato gli shooting, con la tecnica del collage e dell’estrazione digitale estrapola i modelli e li sosti[...]
Avanti
Thursday, 08 December 2016
Back to Top