L’Australia brucia da mesi, sono andati distrutti oltre 6.000 edifici, gli sfollati sono oltre 100.000 e le stime sulla fauna colpita fanno rabbrividire. Il bilancio, solo parziale, è già terribile eppure l'estate australiana deve ancora finire. Questi eventi e questi dati ci dicono che la questione ambientale dovrebbe essere considerata una priorità.Se politici e cittadini non se ne curano abbastanza, molti artisti invece si sono mobilitati per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'argomento. Uno di questo è senza dubbio Wolf Silveri, un fotografo freelance con sede a Monaco e Vienna.

May Parlar è una fotografa e video-artist che vive tra Istanbul, Berlino e New York. Crea immagini performative che esplorano la condizione terrena e l'esperienza nomade dell'essere umano nelle realtà costruite. L'idea di sé, tempo e memoria e le nozioni di appartenenza e alienazione sono temi ricorrenti nella sua arte. May Parlar è stata selezionata per il premio Aesthetica Art Prize 2019, per la serie di autoritratti dal titolo  "Solitudine collettiva". Altra serie degna di nota è quella dal titolo Once I Fell In Time, un progetto dove May Parlar ha fotografato una serie di

I problemi ambientali e climatici affliggono progressivamente la Terra e tutti noi che l’abitiamo. Nell’anno che ha visto in Greta Thunberg la paladina delle nuove generazioni, preoccupate e più consapevoli per queste importanti tematiche, riaffiora in rete una serie fotografica del 2014, realizzata da Fabrice Monteiro. Facile il gioco di parole e il motivo della nuova vita di questi scatti; il rinomato fotografo di origini africane anni fa, realizzò la sua “Profezia” (The Prophecy). Un naming adatto ai film Horror, per una sequenza di immagini che non lasciano niente all’immagi

Il fotografo francese Joseph Ford si è messo alla prova con una serie di scatti mimetici dove i soggetti si fondono perfettamente con l'ambiente circostante. Ogni soggetto indossa abiti meticolosamente lavorati a maglia su misura e studiati per unificarsi a meraviglia con il contesto. "Invisible Jumpers" nasce da un'idea del fotografo Ford in collaborazione con l'amica Nina Dodd, esperta di maglieria. I due hanno lavorato alla realizzazione di una collezione di maglioni personalizzati cuciti a mano. Indossando questa speciale maglieria i modelli sono perfettamente mimetizzati con il

Monica Carvalho è un'artista digitale svizzera nata a Berlino. La sua sfida artistica è trovare somiglianze tra natura, oggetti di uso quotidiano e corpo umano: gli stomaci sono caldi come la sabbia, le ciglia assomigliano agli alberi, le labbra sembrano montagne. La sua passione e missione è quella di creare illusioni ottiche dallo spiccato surrealismo, nel tentativo perenne di rendere straordinario l'ordinario! Il lavoro di Monica consiste in una serie di fotomontaggi che illustrano il fascino delle combinazioni atipiche.Così un braccio viene tagliato a fette come se fosse un filone d

C'è chi è capace di vedere la bellezza nella forma strana di un ombelico, nel sorriso “metallico” di una persona con l'apparecchio ai denti, nei rotoli di grasso della pancia o in una semplice fetta di pizza. Ci sono persone che riescono a vedere l'arte dove gli altri non vedono nulla e una di queste è Hanna Panchenko. Hanna è un'artista di Kiev, in Ucraina. È affascinata dall'arte della fotografia e si lascia ispirare dalla genuina bellezza naturale del corpo. Il suo lavoro è raccolto in un account Instagram ricco di foto sensuali, concettuali e a tratti raccapriccianti. Hanna Pan

Haris Nukem è un artista bosniaco con sede a Londra, arrivato nel Regno Unito come giovane richiedente asilo. Nukem ha uno stile davvero inconfondibile, dalla scelta dei fotomodelli a quella delle luci, tutto è riconducibile unicamente a lui. I suoi sono i tipici scatti glamour realizzati in ambienti incontaminati, quasi selvaggi e apparentemente fortuiti, ma di casuale in queste foto non c'è davvero nulla! Haris scegli sempre volti interessanti e meravigliosamente imperfetti che emettono vibrazioni. Lentiggini, tatuaggi, barbe iconiche, piercing su tutto il corpo e occhi penetranti sono

Hair Style Summer 2019, eccoci tutte alla ricerca della pettinatura perfetta e più trendy. Quale sarà il taglio del momento? Quale la migliore acconciatura? I tanti articoli online dicono che le tendenze che vanno per la maggiore suggeriscono i capelli cortissimi, super colorati e, perchè no, con accessori unici. I tagli di capelli per l’estate 2019 si accorciano sempre più, mentre per le amanti delle lunghe chiome un must di stagione è senza dubbio la frangetta.Beh, qualunque sia il vostro stile se non avete ancora visto queste acconciature siete comunque OUT!   L'Hair style "

Petra Collins è un'artista, fotografa e regista canadese che con i suoi lavori racconta le donne. La sua fotografia è caratterizzata da colori pastello, luci al neon e tanto glamour; questo stile è diventato un vero e proprio codice, un linguaggio visivo indipendente e un marchio di fabbrica. Petra ha iniziato a fotografare da adolescente, è stata una collaboratrice di Richard Kern, il più underground dei filmmaker newyorkesi e pupilla del fotografo Ryan McGinley, che l’ha spesso immortalata nei suoi scatti eterei e sognanti. La fotografia è stata per lei uno strumento di introspezi

Dimitri Daniloff è un fotografo francese che racconta di corpi intrappolati, deformati, e mozzati. Anche se un po' inquietanti a prima vista, sono lavori attraenti, capaci di creare un'atmosfera paradossale che ha sedotto i più grandi brand internazionali che fanno a gara per lavorare con lui.     Dimitri è un acclamato fotografo pubblicitario con una forte identità artistica, capace di catturare la realtà e rendere visibile l'invisibile, pur rimanendo in un ambiguo contesto virtuale. Absolut Vodka, Air France, Audi, Amnesty International, Aides, Axe / Lynx, Bouygues Telecom, Campa
Avanti
martedì, 28 gennaio 2020
Back to Top