Mi ha sempre affascinato la parola "nasty" per la moltitudine di significati che assume a seconda del contesto in cui la si colloca; e se dovessi trovare un soggetto da descrivere "nasty", questo sarebbe di sicuro il profilo Instagram di Petra Mrzyk e Jean-Francois Moriceau.
In questo caso, però, per nasty non si intende qualcosa di sgradevole, sporco o indecente: il profilo in questione strabocca di arte dispettosa e maleducata. 
La coppia creativa francese, che collabora insieme dal 1998, regala ai loro 130 mila follower illustrazioni oltrageous (come canterebbe la Britney internazionale), spiritose e cariche di irriverenza.
Enigmatiche come non mai, le immagini caleidoscopiche raccolte sul profilo mrzyk_moriceau raccontano scene di vita reale, rese surreali dall'esasperata carica umoristica che gli conferiscono gli artisti. Come dei geni -creativi- del male, il duo affronta con atteggiamento provocatorio il tema più hot per eccellenza: la sessualità con tutte le sue sfaccettature.





Smascherando i tabù e beffeggiando la moralità, ci raccontano a colpi di simbolismi fallici e provocazioni brillanti una realtà contemporanea surreale e divertente.
Forti del motto "one drawing a day keeps the doctor away", riempiono il web con illustrazioni dallo stile semplice e diretto; minimalismo è la parola d'ordine per descrivere le loro opere dal colore nero e dall'humor black!
Così nel mondo "pop erotico" dei due visionari francesi, i protagonisti indiscussi della scena sono le parti intime dell'essere umano: le curve della donna, l'organo maschile e moltitudine di mani sono alla base di doppi sensi espliciti carichi di ironia e sensualità (cit. Carmen Consoli).
Gli elementi principali vengono affiancati ad oggetti estranei al contesto ed assumono, così, una valenza differente ed un aspetto allegorico totalmente nuovo e inaspettato.
Per dirla in parole povere: sai quando fino al quinto liceo i tuoi compagni disegnano peni stilizzati ovunque? Beh loro anche, e insieme a seni sparsi qua e lá e volti affascinanti, creano fusioni di senso e sensualità particolarmente accattivanti e piene di morale immorale.
Molto apprezzato è anche il mondo della tecnologia, quello delle verdure e delle piante: disegnano fiori impegnati in azioni di routine umana e cellulari che si rapportano alla tecnologia come se fossero persone.






Se siete curiosi (e non bacchettoni) passate sul loro profilo Instagram, e potrete godere della loro arte, nasty e geniale.

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top