Classe 88, d’origine slovacca, Maria Svarbova è una giovane fotografa che ha già lasciato importanti tracce in questo fantastico ambiente.
Studentessa di archeologia e restauro di opere d’arte, non pensava ad un futuro da fotografa ma la grande passione per l’estetica ed il suo istinto fotografico l’hanno portata ad essere una delle migliori sul campo, un’espositrice di fama mondiale che riesce a vivere facendo ciò che ama: cogliendo attimi.
Con più di 70 mila follower, il suo profilo Instagram si tinge di azzurro e di rosa chiaro, invitando gli utenti in uno spazio magico, un’atmosfera elegante e rilassante.
Maria esplora nei suoi scatti il contingente rapporto tra individuo e spazio, studia l’interazione dei corpi con l’ambiente circostante e ricrea una scenografia plastica, carica di stasi ed immobilità.




Nelle foto di Maria Svarbova il tempo si ferma, la lancetta dell’orologio interrompe il suo regolare circolo e permette all’osservatore di cogliere la sua arte, congelata, perfetta, quasi celestiale.
I soggetti sono principalmente donne dal fisico snello, dai lineamenti delicati e la pelle cerea; il contesto in cui colloca i protagonisti dei suoi scatti sono grandi piscine o correlate ambientazioni sportive in cui l’individuo entra in risonanza con un vasto spazio chiuso.
SWIMMING POOL, TRIBUNE, SNOW pool, POOL without WATER, Swimming trinity, No Diving, ecc…sono tantissime le collezioni fotografiche presenti sul portfolio dell’artista che sperimentano il rapporto uomo-piscina.
La pelle pallida delle protagoniste degli scatti entra in perfetta risonanza con i colori pastello delle mattonelle, delle pareti circostanti e dei riflessi dell’elemento co-protagonista: l’acqua.




Quasi come fossero delle palette di colori tenui, le immagini dell’artista realizzano dei pattern rilassanti creando un’atmosfera quasi eterea che sottolinea il contrasto tra stasi e moto, tra posa plastica e la naturalità del movimento.
Eleganza è la parola d’ordine e permea ogni singolo scatto presente sul profilo Instagram di Maria.

Saturday, 19 August 2017
Back to Top