Scenari da far invidia al visionario "Inception" e microcosmi in tazze di caffè. L’artista Victoria Siemer, in arte Witchoria incanta il web e fa impazzire Instagram con le sue manipolazioni concettuali.
Originaria di Brooklyn, la giovane creativa combina con estrema apparente semplicità elementi reali a situazioni inconsuete fino ad ottenere delle immagini che raccontano sensazioni ed emozioni. Nei suoi primi lavori si divertiva a combinare figure geometriche a passeggio dal gusto malinconico e lunare, rappresentando la frammentazione emotiva esaltata dalla rappresentazione degli ambienti.



Nel corso degli anni ha poi iniziato a sperimentare, con l’aiuto di photoshop, l’idea dei microcosmi. Guardando velocemente e con poca attenzione la sua galleria Instagram, potrebbe sembrarvi il tipico profilo stracolmo di tazze di caffè e fotografie "stile Tumblr", ma basta soffermarsi un attimo e osservare più da vicino per scorgere scene meravigliose.
Surfisti a cavallo delle loro tavole e onde che si infrangono a riva. Intere galassie rubate al cosmo e inserite in tazze da caffè.



Per l’artista, queste manipolazioni rappresentano un bel modo di svegliare la creatività per la giornata e mentre gioca con la fisica, la gravità e lo spazio si diverte a creare i suoi piccoli mondi.
Nelle ultime creazioni, uscite da pochissimi giorni, i paesaggi descrivono gli stati d’animo: confusione, nostalgia, e via dicendo. L’impatto visivo è molto forte perché Witchoria, scegliendo attentamente la manipolazione da fare e tenendo conto sia del concetto che della resa artistica, riesce ad esprimere in maniera diretta e non fraintendibile le proprie sensazioni dando comunque piacere alla vista.



A queste immagini forti di una grande intuizione creativa ne seguono altre in cui integra a situazioni reali e familiari il linguaggio social del web, esaltando in maniera profonda la sensazione che una determinata circostanza crea dentro di noi: ed ecco che tra le lenzuola di un letto disfatto appare un pin marker con scritto ‘wish you were here’. La chiara dimostrazione di come la semplicità e la capacità di sintesi sono in grado di comunicare un messaggio meglio di mille parole.

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top