Gudim Anton è un ingegnere di Mosca che per Hobby fa l’illustratore, sul suo profilo Instagram racconta con sarcasmo ed ironia le situazioni limite in cui spesso ci troviamo o di cui sentiamo parlare, concentrandosi in modo particolare su quelle imbarazzanti circostanze dove non sappiamo se ridere o piangere.
Lo stile è quello dei fumetti più classici: una serie di tavole con vignette consequenziali che raccontano, una dopo l'altra, gli strani fatti che avvengono e le conseguenze (spesso negative) delle nostre azioni.
Alienazione moderna e tecnologia sono sempre presenti insieme a crudeltà, sarcasmo e relazioni umane.



Il mondo e le persone possono fare schifo e con queste vignette ne abbiamo la certezza: c'è un passante che invece di dividere due ragazzi che litigano li immortala con una foto che poi pubblicherà sui social network e c'è la ragazza che si scatta un selfie in auto e poi precipita in un burrone con l'hashtag che recita #haveaniceday.



Quello che si evince maggiormente è che se ci guardassimo allo specchio con occhio critico vedremmo davvero quanto siamo soli e tristi, crudeli ed egoisti e soprattutto ignari.

Quello di Gudim Anton è un black humor che ad oggi ha conquistato 148k followers a suon di pannelli colorati e storie tristi ma vere!

Una delle situazioni preferite dall'artista è quella delle “false” foto sui social: quelle dove sembra che sei in un posto stupendo ed invece sei dietro l'angolo, o quelle dove sembra che fai una cosa ed invece fai solo finta di essere ciò che non sei!

Buona visione @gudim_public

Wednesday, 22 November 2017
Back to Top