Illustratore, film maker e ambient composer (che non voglio tradurre perché è troppo bello), Edriszi utilizza alcuni dei più noti emblemi contemporanei come simboli, icone e loghi, rubati ai social media, all’arte e ai brand internazionali per rappresentare con semplicità la quotidianità e forse riportarci alla realtà.
Ed ecco come la gioia della maternità che dovrebbe essere spirituale, incommensurabile e impalpabile diventa l’immagine di una donna incinta con l’icona di Instagram che segnala che ha un nuovo follower.
Ed ancora, ecco che la metafora della stanchezza nei tempi moderni non contempla più il concetto di affanno e sudore sulla fronte ma viene ritratta con l’immagine di una persona (una donna in questo caso) con il segno della batteria all'1%.
Trovo queste illustrazioni geniali, ben fatte e aggraziate ma anche atroci, se penso che alla fine tutta la nostra vita e la nostra felicità si riduce a like, icone, mi piace, batterie del cellulare e followers.

More info here

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top