Lei si chiama Alice Pegna, è una interior designer ed artista visiva e fin da piccola è cresciuta in un ambiente creativo insieme alla mamma pittrice e al papà fotografo. In seguito agli studi di design presso la Camondo School di Parigi, Alice ha iniziato a realizzare creazioni con gli spaghetti… "Ex-Nihilo" è il progetto contenitore che ha intrapreso anni fa e che esprime la sua essenza nel cuore della natura. Deriva dalla frase "Ex-Nihilo nihil fit" che significa "Nulla viene dal nulla”…. La sua ricerca artistica è cominciata prendendo coscienza delle forme del corpo umano, della sua struttura e di rielaborarle come corpo architettonico. La struttura formerebbe quindi un esoscheletro e adornerebbe un corpo inerte proteggendolo e racchiudendolo esteticamente nel codice sociale.

Alice Pegna è attratta da materiali insoliti o sorprendenti, spesso usando oggetti al di fuori del loro scopo previsto. Per il suo progetto Ex Nihilo, Pegna ha disegnato un'intera serie di abiti geometrici e copricapi formati da pezzi di spaghetti crudi. “Gli spaghetti sono sostanzialmente riservati alla cucina e nell'immagine collettiva sembrano fragili. Queste sono le motivazioni che mi hanno spinto ad usarli. Hanno una certa flessibilità grazie alla loro finezza, pur rimanendo rigidi e facili da dividere.” Alice Pegna inizia ogni capo formando poligoni, che creano dettagli architettonici aumentando anche la forza dei pezzi combinati. Ogni capo scultoreo è destinato ad aggiungersi al corpo umano, cambiando il modo in cui lo vediamo oscurandolo il meno possibile…

All images ©Alice Pegna

More Info:

https://www.alicepegna.com

https://www.instagram.com/alicepegna/

giovedì, 29 ottobre 2020
Back to Top