PAS VU' in francese vuol dire “mai visto” e Patrizia Pecoraro si impegna ogni giorno per realizzare borse e accessori mai visti prima! Dal 2010 Patrizia disegna e produce borse, accessori e gioielli in pelle, tutto rigorosamente handmade. La produzione artigianale di PAS VU' avviene tutta nel lab-store di via del Pellegrino, a Roma, in pieno centro storico. 
 
Il segno distintivo di questo marchio è l’utilizzo della pelle martellata e metallizzata, conciata al vegetale ed interpretata con lavorazioni particolari: sfrangiata, annodata, stropicciata e arrotolata. 


 
L'artigianalità e il costante lavoro di ricerca che Patrizia porta avanti su pellami e tecniche di lavorazione aggiungono a queste borse un plus davvero irripetibile. PAS VU’ non è solo un marchio ma è uno spazio intimo e femminile che si trova in uno dei luoghi più incantevoli di Roma, nelle vicinanze di Via Giulia, Campo dè fiori e Piazza Navona, dove si cerca di fare tendenza e portare avanti il preziosissimo sapere del “Made in Italy”.


 
Guardando e toccando la pelle di queste borse non potevo non chiedere a Patrizia di svelarmi i segreti di lavorazione, ma un'artigiana sa quanto questo sapere antico sia prezioso e quindi, come leggerete, non sono riuscita a carpire i trucchi del mestiere. Poco male, perché a parlare per lei bastano le sue splendide creazioni.
 
-Come e dove hai imparato a lavorare la pelle?
Ho frequentato l'istituto d'arte con indirizzo moda e a seguire l'Accademia Koefia di Roma (dove insegno da molti anni). Mi sono sempre occupata di stile e prodotto, ho avuto la fortuna di aver lavorato con personaggi importanti come Adriano Goldsmith e ho collaborato con lo studio Romeo Gigli per la collezione denim. Tutte esperienze importanti che mi hanno insegnato a sperimentare e  ad avere molta manualità nel trasformare la pelle. Ho imparato proprio sul campo, frequentando i laboratori e lavorando sul campo perché questo è un lavoro dove s'impara sempre...anche adesso. 
 


-Potresti descriverci il processo di creazione e lavorazione delle tue borse? Amo trattare i materiali e trasformarli in qualcos'altro. Guardando un designer giapponese che trattava la pelle con della calce fresca mi è venuta l'idea di usare la cera. Uso la cera a caldo, la stendo con un pennello e la faccio raffreddare, infine spazzolo molto per eliminare i residui, con questo trattamento è nata la mini bag MOULIN!
 
-Dove prendi l'ispirazione? Hai degli stilisti di riferimento? 
Amo gli artigiani giapponesi, riescono a fare cose incredibili ed io li studio molto. A mio avviso hanno una manualità molto simile alla nostra, ma senza dubbio sono più matti e creativi...li adoro! Faccio molta ricerca, quasi ossessiva, sono molto costante ma anche molto caotica, ho una montagna di schizzi e appunti, riviste e ritagli. Io e il mio caos conviviamo benissimo! Marni, Jil Sander, Margiela sono i miei riferimenti, ma come dicevo prima, guardo tantissimo e
guardo tutto.
 
-Se hai progetti futuri questo è il momento di sputare il rospo!
Si in effetti vorrei creare una linea di abbigliamento, non solo in pelle, ma con un gusto “dress/accessory”. L'idea è realizzare quel ” item “ capace di rinnovare anche una t-shirt total white! Il mio grande sogno nel cassetto (ma non poi tanto nascosto) è creare oggetti di design, amo particolarmente i vasi; mi piacciono di forme e di materiali diversi, ho già realizzato qualche prototipo e manca davvero poco per il lancio di una piccola collezione PAS VU' OBJECT. La collezione di borse PAS VU’ spazia dalle mini tracolline double colour , alle shopper, dagli zaini, alle cartelle super light fino alle sacche grandi e le hobo maxi bag, l'ultima creazione è proprio la BERGER …..non è una borsa ma un abito da indossare.

Per vedere tutte le creazione PAS VU' create da Patrizia Pecoraro vi invito a visitare il suo sito: www.pasvubag.it

Il brand di Patrizia Pecoraro ci è stato presentato da Giorgia Valenti Beccaria PR, fashion PR e trend setter, che ringraziamo per la professionalità e il lavoro di ricerca ed alla quale ci affidiamo per selezionare e presentare brand di successo e nuovi talenti.

 

Saturday, 21 October 2017
Back to Top