Linee pulite, pellami eccellenti, tagli essenziali e forme geometriche: questo è F2A oggi, un brand che nasce nel 2012 dalla passione per il cucito di Federica Gatti, ieri giovane Vogue Talent e oggi stilista di successo.

Federica compra la sua prima macchina da cucire Necchi nel 2011 ed inizia a cucire istintivamente da autodidatta, motivo per cui i primi modelli seguono tagli il più possibile semplici e puliti, per poi passare a forme sempre più pensate ed elaborate. Alla collezione si sono aggiunti in seguito modelli che camminano di pari passo con ogni stagione: “Winona”, la prima disegnata, vuol dire "Primogenita" in lingua Sioux e “Dakota”, più piccola e sempre “vicina”, ha il significato di "Amica", "Alleata", sempre secondo la lingua dei nativi americani.

F2A nasce inizialmente per colmare il desiderio di Federica di cucire e realizzare qualcosa da amare ed indossare ed oggi il brand si distingue per l'abilità di coniugare alto artigianato italiano, senso estetico, design e versatilità. Minimalismo formale e geometrie sono una componente importante nel lavoro della designer.


Abbiamo voluto chiedere direttamente a Federica quale è il trait d'union tra lei, il design e la scelta di linee nette....scoprendo una Federica Gatti auto-ironica e auto-critica!
“La geometria e la simmetria fanno parte del mio essere nel senso che, essendo io una persona molto ordinata (al limite del maniacale), tendo ad organizzare tutto il materiale che mi circonda in maniera schematica, precisa...geometrica.
Può far paura questa descrizione di me, ma in realtà mi ha aiutata molte volte nel lavoro poiché, essendo socia unica e collaborando con vari fornitori, devo riuscire a gestire i tempi, i pagamenti, gli ordini, le faccende burocratiche e qualcos'altro di non interessante da sola!”

Tutte le borse F2A sono rigorosamente in pelle, originali e resistenti, cucite e assemblate interamente a mano. I materiali utilizzati vengono lasciati nella stessa forma in cui escono dalla conceria, senza fodere o lavorazioni successive, per mantenere il profumo e la natura del materiale originale. I manici, vera e propria cifra stilistica distintiva del marchio, sono costituiti da un tubolare pieghevole in ottone cromato inossidabile.



Potendo scegliere di mettere la sua creatività al servizio di diversi settori, Federica ha scelto le borse. Il motivo è semplice e vi stupirà: “La borsa per me è la ciliegina sulla torta del vestiario, come anche le scarpe. Grazie a Dio i miei genitori non mi hanno mai comprato da adolescente borse importanti e non hanno mai assecondato eventuali miei capricci nel volere un capo in voga.
Ciò ha fatto sí che arrivassi a costruirmi quel che desideravo, partendo dalla borsa, che istintivamente é stata la prima ad interessarmi”.

La collezione F/W 2016-17 è minimal, elegante ma sopratutto nera. Ci racconti questa scelta all'interno del tuo percorso di designer? Sembra facile dire nero e classico...pensiamo che sia una prova d'autore piuttosto importante.

“Inutile negare che il signor color Nero sia ricercato in tutte le stagioni, è un colore non colore che ci fa andare sul sicuro, chi lo usa non rischia.
Quindi ho accettato la sfida (con me stessa) ed ho usato diversi pellami nella stessa borsa: vitella martellata, liscia e cavallino.
In questo modo ho cercato di fornire una risposta alla domanda della mia personale clientela, dando alle borse diverse superfici al tatto: ruvido, morbido, peloso...ma senza disturbare l'occhio.
Da vicino ovviamente il dettaglio si nota fortemente”.



Il brand F2A di Federica Gatti ci è stato presentato da Giorgia Valenti Beccaria PR che ringraziamo per la professionalità e il lavoro di ricerca ed alla quale ci affidiamo per selezionare e presentare brand di successo e nuovi talenti.

Tuesday, 26 September 2017
Back to Top