Siamo sempre più ossessionati dalla bellezza e dal nostro aspetto fisico, e ci preoccupiamo di essere perfetti in ogni scatto per vantarci su Facebook e Instagram di quanto siamo belli. Siamo quello che appare sulle nostre bacheche social e non quello che vediamo allo specchio quando ci svegliamo.
Sulla base di queste premesse, la designer giapponese Akiko Shinzato ha realizzato una collezione di gioielli dal nome Another Skin: una linea di gioielli fatti a posta per vedere come il nostro aspetto può essere modificato e manipolato attraverso il mondo del design.

Il gioiello non è più un ornamento prezioso ma diventa quasi una seconda pelle per esteti, fanatici o edonisti in cerca di "identità". In altre parole la nostra immagine può essere modificata e manipolata come vogliamo, basta indossare il gioiello giusto. Se non ti piace il tuo naso o il taglio dei tuoi occhi non ti rende onore, nascondi difetti e occhiaie sotto dei “pince-nez” decorati con pietre preziose.

Ispirata dall'ossessione per le apparenze, questa collezione presenta pezzi audaci, nati per essere applicati sul viso, cambiandone radicalmente tratti ed espressione. Secondo Akiko Shinzato "le caratteristiche del volto sono le parti più importanti per una prima impressione, questo è ciò che conta per la maggior parte delle persone ".
Così, ogni pezzo della collezione nasconde parzialmente i tratti del viso di chi lo indossa pur rivelando tutta un'altra identità.
Vedersi bene migliora l'autostima. Chi si sente attraente è più sicuro di se e ottiene più risultati. E allora perché non aiutarsi un po'?
La designer prende spunto dagli occhiali stringi-naso del 1800 che si mettevano e si toglievano all'occorrenza per leggere meglio. Questi gioielli funzionano più o meno nello stesso modo: si tolgono e si mettono all'occorrenza per apparire più belli.

 

 

 

Foto e info su Akiko Shinzato

loading...
Thursday, 08 December 2016
Back to Top