Cari ragazzi, la stampa animalier come l'abbiamo intesa fin ora è morta!  Quella tendenza modaiola fatta di stoffe o altre superfici che ricordano il mantello di alcuni animali esotici (leopardo, tigre, zebra, ecc.) non è più in voga. Passata alla storia con il termine animalier, questa moda va ripensata alla luce di una dirompente modernità che oggi arricchisce questa stampa di una nuova sfumatura: siamo passati dal prêt-à-porter al animal-à-porter.
L'animale a vario modo bisogna portarlo a spasso con eleganza e non più banalmente stampato indosso: chiuso dentro uno zaino che sembra teca, stampato sulle borse o mostrandone la vistosa pelliccia, non importa purché sia ostentato!


L'uomo di Louis Vuitton per la prossima Primavera/Estate 2017  porta tutto questo in passerella, raccontando look dopo look le gesta di un appassionato viaggiatore. Kim Jones, design del brand, dedica la prossima collezione estiva all'Africa. Un omaggio alle radici e alla tradizione di un continente antico, vasto e affascinante ma contraddittorio al tempo stesso. E' un'Africa vista e vissuta da un occhio sofisticato e snob, che media a perfezione tra un viaggiatore di lusso e un esploratore esperto, dove l' esotismo viene elaborato  in chiave contemporanea. Gli outfit proposti hanno un piglio comodo e un taglio raffinato misto ad un' ispirazione Punk che infonde un tono di trasgressiva eleganza a tutta la collezione.

Per tornare all'Animal Instinct di prima, in questa collezione troverete tanto struzzo, mohair, nubuck, alpaca, nappa, twill e seta, tutto nei toni del beige, marrone, nero, caramello, ecru e khaki.
Ma il punto forte (anche se suona strano per una collezione uomo) sono le borse: grandi, comode e colorate, ma anche sorprendentemente extra-ordinarie.

Zebre e rinoceronti “portati” così non si erano mai visti!

 

loading...
Thursday, 25 May 2017
Back to Top