Goi è un brand senza filtri, senza tabù, senza regole, frutto delle idee della creativa e modella Jessica Goicoechea.Oggi parliamo di un marchio di abbigliamento molto audace, nato per ragazze femminili e sexy. L’ultima collezione, poi, é particolarmente spiritosa e audace, si chiama   "candy collection" ed è caratterizzata da abiti rosa, morbidi e comodi. Tute, vestiti, minigonne, felpe e top dall'appeal young e spensierato. Il vero pezzo forte, a nostro avviso, è l'abito corto nero con apertura sulla coscia, maniche lunghe e collo alla coreana con scollo aperto. Tra i pre

Oggi partiamo da una lunga e voluminosa gonna in tulle per raccontarvi di un nuovo brand di moda norvegese. Il marchio si chiama Cathrine Hammel e la loro filosofia è molto chiara: creare abiti eleganti modificati per adattarsi alla vita di tutti i giorni. Così anche un'ingombrante gonna in tulle può essere sdrammatizzata e adattata ad un look quotidiano. Cathrine Hammel è un brand di moda con sede a Oslo. Il team è composto da un designer, uno specialista di abbigliamento, sarti, un direttore di produzione e un direttore creativo che lavorano a stretto contatto per creare abiti eleganti

Ladies and Gentlemen, rullo di tamburi… La società americana di colori Pantone ha scelto il classico blu universale, (Pantone 19-4052), come colore dell'anno per il 2020! Annunciato il 4 dicembre, il Classic Blue è stato descritto da Pantone come "una presenza rassicurante che infonde calma, sicurezza e connessione".  L’azienda di colori più iconica del pianeta è stata fondata negli anni '50 come società di stampa a New York, ma ora ha sede a Carlstadt, nel New Jersey. Dal 2000, sceglie un colore dell'anno deciso dalla ricerca sulle previsioni di tendenza condotta dal Pan

Falcon Bowse è un marchio di accessori personalizzati ideato dal designer Brian Downey. La specialità di questo brand sono i cappelli, o meglio i berretti da baseball con visiera.  Ispirati dallo spirito ribelle e spensierato che caratterizzava l'arte, la musica e la moda degli anni '90, questi accessori sono davvero inusuali, bizzarri e a tratti agghiaccianti.C'è il cappello a forma di mocio, il cappello ricoperto da blister di pasticche, quello ricoperto da sacchetti per alimenti con dentro del cibo, quello fatto con la carta dei preservativi o quello che sembra una scacchiera con tanto

"Sesso. Più sesso. Più sensualità", questo è il motto di Mowalola Ogunlesi, fashion designer nigeriana, formatasi alla celebre Central Saint Martins di Londra. "Più sexy" ci sembra però un'impresa difficile da realizzare, considerando che le sue attuali produzioni sono già piuttosto sexy: pantaloni in pelle a vita bassa con mutande di pizzo che fanno capolino, crop top, capezzoli in vista, sublimazione delle sinuosità del corpo, e molti addominali luccicanti. La sua collezione d'esordio era un tripudio di colori intensi, con capi che traevano ispirazione dalla musi

I gioielli del futuro sono fluidi, trasparenti e leggeri, comunicano con il corpo e ne seguono le forme; parliamo di Milko Boyarov, un brand d'avanguardia che viene dall'est europa. Nato nel 1989 a Sofia, in Bulgaria, Milko Boyarov ha conseguito un BFA in Jewellery Design presso la National Academy of Arts. Dopo la laurea, ha vinto lo Swatch Award all'International Talent Support ed ha iniziato come progettista per diversi marchi di The Swatch Group. Parallelamente al lavoro con il celebre brand di orologi, Milko Boyarov porta avanti il suo marchio personale di gioielli, dove il designer espr

Acne Studios sceglie i giovanissimi per la sua nuova campagna pubblicitaria 2019/20. Sono sette i volti della nuova generazione selezionati per raccontare la collezione Musubi.Il brand svedese ha scelto i volti di Xie Chaoyu (modella), Delfin Finley (artista), Parker Kit Hill (ballerino), Dylan Jagger Lee (musicista), Esther McGregor (modella), Ajani Russell (artista) e Sara Skinner Hiromi (modella). La nuova campagna adv, scattata da Richard Burbridge, contrappone ritratti in bianco e nero a composizioni in still-life.L'idea di contrapporre foto di prodotto a volti umani nasce

Molti oggetti e accessori trasmettono un senso identitario e di appartenenza culturale, ma è  fuori di dubbio che la scarpa, in questo campo, riveste un ruolo molto importante. Del resto è un indumento che ha saputo adattarsi ad ere e stili diversi, riproponendosi in una molteplicità  di forme, tipologie, caratteristiche forse unica nell’ambito del vestiario. Per rimanere solo nella storia dagli anni ’50 ad oggi, abbiamo visto sfilare mocassini - per i più sobri, fino ad arrivare a stivaletti - spesso anche pitonati o di coccodrillo -  per cavalcare la cultura anni ’70 e ’80, e

Spesso l’arte incontra in modo sinergico la moda e viceversa. Uno dei protagonisti di questa tendenza è l’artista pop giapponese Takashi Murakami che ormai da anni presta la sua visione e il suo lavoro a molteplici progetti di abbigliamento e accessori cool. In passato vi abbiamo raccontato della sua performance con il marchio Vans; oggi a poco tempo dal lancio vi presentiamo l’ultimissima collaborazione di Murakami con il brand Porter. Dopo un anno di lavoro in totale silenzio stampa vedono la nascita le Takashi Murakami Porter TZ BS-06 e sono delle sneaker ultra accessoriate che lo st

La camicia coreana? È un capo che non conosce vie di mezzo, perché o lo si ama o lo si odia. Eppure si parla di una camicia che può contare su un fascino probabilmente unico al mondo dovuto proprio alle sue “mancanze” ovvero a quel colletto mozzato che rappresenta un tocco di stile davvero fuori dal comune. In altre parole, è un capo d’abbigliamento dallo stile unico che riesce a esaltare chiunque lo indossa. Però bisogna anche saperlo portare e abbinare nel modo corretto, scegliendo i modelli più adatti. La moda della camicia coreana Anche se alcuni lo vedono come un capo incomp
Avanti
domenica, 19 gennaio 2020
Back to Top