In questo strano periodo che costringe tutti noi a riflettere e confrontarsi con grandi interrogativi spesso senza risposte, scopriamo nell’anno 2020 l’importanza della “maschera”; una maschera non come oggetto metaforico del quale spesso ci siamo occupati come elemento di studio per molti artisti, ma purtroppo in senso fisico come protezione da una minaccia tanto invisibile quanto letale. A metà tra questo processo sociologico-materialista si colloca la Visual Artist irlandese Threadstories…..

Un processo partito da una specializzazione in Fine Art Sculpture nel 2004, porta Threadstories a creare maschere tessili indossabili, spesso a copertura totale, oscurando il viso con strati di filato multicolore. Le opere sono realizzate con tecniche tradizionali traendo ispirazione da ogni cosa che ci circonda; tutti i lavori iniziano con la creazione di un passamontagna all'uncinetto che l'artista utilizza come base per fissare ogni altro elemento materico. Concettualmente, le maschere si chiedono come ci ritraggiamo online e come questo sia influenzato da una rapida diminuzione della privacy personale che porta a due comportamenti esasperati; di insicurezza da un lato e di superficialità e violenza dall’altro. Dopo aver fotografato il progetto finito, Threadstories decostruisce i pezzi per trasformarli in nuovi lavori stravaganti e creativi. Un creare e disfare continuo come un unico flusso che modifica, distorce e ricompone la narrazione performativa.

All images ©Threadstories

Via ThisisColossal

More Info:

https://www.instagram.com/threadstories/

venerdì, 03 aprile 2020
Back to Top