Quello che vedete qui sopra è il graffito illegale più grande al mondo. E' stato realizzato dagli Indecline, un gruppo undergroud di writer, musicisti e fotografi. Lo scorso aprile, in California, su una pista di atterraggio abbandonata nel deserto del Mojave, hanno scritto, in quasi un chilometro di lunghezza, la frase "This Land was our land". La scritta è un tributo a Woody Guthrie che ha cantato "This Land is Your Land", una celebre canzone folk americana considerata dalla "middle class” il vero inno nazionale. Ci sono voluti 6 giorni di lavoro per completare questo pezzo enorme! Il lavoro è talmente grande che è visibile anche da Google Earth.

Per fare graffiti ci vogliono coraggio, forza fisica e destrezza perchè ovviamente non bisogna farsi scoprire e tutte queste “doti” sono indispensabili a non farsi beccare. Aggiungiamoci però che per fare graffiti ci vuole anche un po' di poesia e un po' di cuore; il messaggio che questo gruppo ha lasciato infatti, ha un significato profondo e un non so che di romantico.

“Questa terra era la nostra terra” (this land was our land) ha un duplice significato: da una parte si riferisce al governo che ha preso ed espropriato questa striscia di terra, togliendola alla società civile per usarla al fine di migliorare la nostra capacità di sganciare bombe sulla gente in terre lontane. Dall'altra parte, in senso figurativo, questa frase vuole essere un monito a prenderci cura del nostro pianeta: il mondo è nostro e guardate come l'abbiamo ridotto oggi!

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top