Le arachidi. Quanto amore proviamo per questi piccoli semi dal gusto sfizioso.
Come aperitivo, ricoperte di cioccolato, paprica, caramello, in versione burro, olio o patatine. Come le metti le metti, le tanto amate noccioline sono buonissime e stanno bene dappertutto, ma...avete mai pensato di poterci fare delle opere d'arte?


Steve Casino
ne stava sgranocchiando proprio una quando, osservandola attentamente, pensò che quel piccolo salatino dalla forma strana gli somigliasse. Da buon creativo e forte delle sue doti artistiche non perse tempo e cominciò a dipingere, per gioco, sé stesso e i suoi collaborati sui gusci delle noccioline.
Iniziata per scherzo, questa attività artistica é diventata in poco tempo il suo mestiere.
Prima di scoprire questa sua vocazione, Steve era un inventore di giocattoli e realizzava miniature per spot televisivi. Ora sono più di tre anni che dipinge le arachidi e ha realizzato caricature di moltissimi personaggi celebri. Ne citiamo alcuni, ma sono tantissimi: Da Freddy Mercury a Andy Warhol passando per Wonder Woman, Ghandi, i Beatles, Spiderman, e tanti tanti altri.
Steve ha la grande capacità di saper cogliere e sintetizzare in pochi tratti i dettagli caratteristici di ogni personaggio, e per ottenere un effetto ancora più convincente li contestualizza in ambienti che valorizzano la miniatura e l’essere stata dipinta su una nocciolina. E poi scatta delle foto.

Per la realizzazione di ogni singolo mini-capolavoro Steve impiega dalle 15 alle 20 ore di lavoro divise in 4 passaggi. Per prima cosa estrae le noccioline dal guscio, dopo di ché i gusci vengono sigillati con uretano e incollati di nuovo insieme. A questo punto lascia spazio alla creatività: per Steve è il momento di inventare e dipingere. Una volta terminata la colorazione viene applicato su tutta la superficie un velo di acrilico. A questo punto il prodotto finale viene inserito e sigillato all'interno di una cupola di vetro, dove si manterrà al meglio per lungo tempo.
Sul suo sito Steve informa i suoi acquirenti che queste piccole meraviglie, benché siano in vendita e commissionabili, non sono proprio economiche, perché dietro ogni singolo pezzo ci sono ore e ore di lavoro, ragionamento e creatività.

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top