Shana Moulton è un' artista americana multimediale che esplora ansie e manie contemporanee, prendendo in giro se stessa e il nostro mondo. Grazie al  suo alter ego filmico, Cynthia,  Shana si fa beffa della nostra schiavitù verso le cose. La sua arte, con un approccio quasi tragicomico, indaga principalmente il rapporto tra la cultura del consumatore e il movimento New Age, mettendo in evidenza l'influenza del consumismo sul benessere fisico e spirituale.

Shana utilizza spesso elementi colorati e comici in ambienti surreali, artificiali e psichedelici al fine di descrivere situazioni patetiche con un tocco di umorismo noir.


I video e le performance di Shana Moulton sono la sublimazione di una serie di ansie e paure personali, più o meno nascoste, che l’artista sente di condividere con il suo pubblico. L'artista rappresenta spesso Cynthia nella vana ricerca di illuminazione spirituale e benessere fisico.

Cynthia é una giovane donna, perennemente insoddisfatta e triste, schiava della sua inguaribile ipocondria. Questa condizione costringe Cyntia a sperimentare ogni sorta di cura e rimedio per i suoi mille malanni: pillole, yoga, aerobica, cosmetici ed apparecchi ortopedici. Per Cynthia la ricerca di infinite ed improbabili soluzioni è più importante della speranza stessa di poter guarire.



Con questi video surreali, Shana Moulton racconta la triste storie dei tanti “belivers”, decisi a provarle tutte pur di inseguire il mito della bellezza e del benessere.

Gli sconclusionati tentativi di Cynthia si rivelano il mezzo ideale per raccontare ironicamente drammi reali e viaggi interiori.
Nel video che vi proponiamo di seguito, Cyntia si occupa della sua casa: si prende cura delle piante, pulisce, spolvera e tenta esperimenti chimici alla ricerca di chissà quale magica lozione. A seguito delle sue preziose cure una delle sue piante cresce a tal punto da diventare forte e robusta come una scala. Cyntia, incuriosita si arrampica sulla pianta e da li entra in un mondo psichedelico, "discotecaro" e pop che la sconvolgerà del tutto.

Tuesday, 17 October 2017
Back to Top