Mitra Saboury è un artista che vive tra Los Angeles e Londra. Lei usa il suo corpo come strumento sensuale per esplorare l'architettura e l'ambiente costruito dall'uomo.
Il lavoro di Mitra Saboury indaga principalmente l'impatto dell'habitat sul corpo umano. Utilizzando performance, video e installazione, Mitra si confronta con i limiti fisici e i confini architettonici. Lei esplora con l'intimità, cercando di fondere il corpo con il posto in cui si trova.
Mitra Saboury ha studiato neuroscienze presso l'Università di Pittsburgh, e ha recentemente ricevuto un Master in Fine Arts al Goldsmiths.

Derek Paul Boyle è un artista visivo che lavora spesso con l'antropomorfismo degli oggetti di uso quotidiano e realizza interventi scultorei dell'assurdo: video e fotografie di Boyle sono stati presentati sul New York Times, WYNC / NPR Radiolab, così come al festival di arti digitali Pixilerations. Boyle ha studiato a Boston e ha conseguito un master alla Rhode Island School of Design.

Insieme, Mitra e Boyle sono le rispettive metà di Meatwreck, un'esplosiva, scioccante e riflessiva collaborazione artistica a quatto mani. Meatwreck è un progetto tra Mitra Saboury e Derek Paul Boyle dove i due, insieme, hanno creato un linguaggio visivo unico che risulta intrigante e inquietante. Entrambi prediligono situazioni ed immagini estreme, composte da elementi spesso tabù come peli, sangue, assorbenti, aghi e organi sessuali. Le location e i soggetti sono spesso repellenti e scioccanti ma da essi non si può scappare perché i temi e i contenuti trattati includono e toccano un così vasto pubblico. Un esempio è questa foto dal titolo “wired”. Siamo tutti ossessivamente connessi alla rete e siamo sempre più dipendenti da strumenti elettronici... non trovate che forse stiamo esagerando? Con questa foto non avrete più dubbi.

Al momento il sito del progetto non è disponibile ma potete visitare il loro account Instagram o Tumblr.

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top