Miki Kim è un'illustratrice e tatuatrice giapponese, nota per le sue illustrazioni psichedeliche, a volte ironiche e graffianti, dall’aspetto audace e inquietante. Come fosse un gioco di stile, Miki Kim prende tutta la grazia e l’evanescenza dell’estetica Giapponese tradizionale e la dissacra senza pietà. In questo gioco al massacro, il concetto estetico primario al centro della cultura tradizionale giapponese che è la ricerca dell’armonia si perde dietro contrasti e volti deformi. Le illustrazioni di Miki Kim, hanno come scopo quello di stravolgere il lessico figurativo del Sol Levante con un tocco surrealista, pop e quasi splatter.


Scorrere una dopo l’altra le illustrazioni di Miki Kim è come ripercorrere la storia dell'arte giapponese partendo dal teatro Kabuki del 17° secolo, passando per le opere di artisti come Nagai Hiroshi, Suzuki Eijin e Sorayama Hajime, fino ai dipinti di Hiroshige. Lo stile è gradevole, le tinte morbide e il colore dosato con cura: poche incursioni di  rosso, azzurro e verde che vengono stese in campiture piatte. Kim da Hiroshige - maestro della pioggia e della neve - prende anche il tratto sicuro e affilato e un sottile black humor.

L'uso da parte di Kim di riferimenti misti è ciò che rende le sue opere così accattivanti, simboliche e così avvincenti. Per lo spettatore è sorprendente vedere allusioni all'arte manga contemporanea giustapposte all’estetica evanescente buddista, il tutto mixato con riferimenti ai film di Iwai Shunji, alle copertine vintage dei giornali di moda, ai film di Wes Anderson e ai libri di Murakami Haruki.

 

All images ©Miki Kim



More Info: www.instagram.com/_mi_ki_kim/

martedì, 20 ottobre 2020
Back to Top