Isaac Cordal è uno sculture spagnolo che utilizza prevalentemente piccole statue in miniatura strategicamente posizionate nell'ambiente urbano per realizzare sculture site-specific di grande impatto.

Con delle semplici miniature e un posizionamento strategico, Isaac Cordal espande magicamente l'immaginazione dei passanti che “inciampano” letteralmente nelle sue sculture "da strada" e non possono far a meno di chiedersi: perchè? cosa vuole dire?

I suoi piccoli lavori invitano a riflettere sull'alienazione, sui poveri e i barboni e sui cambiamenti climatici.
"Cement Eclipses", ad esempio, è una serie di lavori che indaga sul nostro comportamento come massa sociale. L'opera d'arte si propone di attirare l'attenzione sul rapporto con la natura, attraverso uno sguardo critico sugli effetti collaterali della nostra evoluzione. Telefoni cellulari e lavoro alienante ci tengono sempre a testa bassa, esattamente come i suoi piccoli uomini, che siedono vicini ma sono chiusi nel loro mondo virtuale e non si accorgono del degrado che li circonda.

Isaac Cordal è famoso per affrontare grandi questioni politiche attraverso un piccolo mezzo, o meglio, attraverso piccoli uomini. Nella sua serie "Waiting for Climate Change", Cordal ha creato una serie di installazioni parzialmente sommerse per attirare l'attenzione sul crescente cambiamento del livello del mare. Ricche di umorismo nero, queste scene cupe e apocalittiche mostrano le conseguenze del nostro completo disinteresse verso le tematiche ambientali. Il tema delle inondazioni in aumento, i disastri umani, le morti e i danni economici provocati sono temi che si ripetono in tutto il suo lavoro. Le inondazioni fanno riferimento sia al cambiamento climatico che allo stato della nostra società: il naufragio qui è anche morale, frutto dell'apatia e dell'immobilismo.

Isaac divenne noto per la scultura che vedete qui sotto nota con il nome di "Politicians Discussing Global Warming". 
Questo lavoro fu eseguito da Cordal a Berlino nel 2011 ed è diventato subito virale su Internet con il titolo" I politici parlano di riscaldamento globale", anche se fa parte della serie chiamata "Follow the leader".

 

 

More photos

 

 

loading...
Sunday, 04 December 2016
Back to Top