Shaka (Marchal Mithouard) giovane writer francese… Ha cominciato disegnando nei parchi parigini e nelle vie più nascoste, ma ora le sue opere sono giudicate “da museo” perché rappresentano una innovazione assoluta: non utilizza solo bombolette, ma unisce al colore la lavorazione di materiali plastici per dare movimento e spessore ai disegni.

Il risultato finale è una serie di rilievi che prendono vita, corrono incontro allo spettatore e lo coinvolgono in una danza di emozioni e sensazioni. Sul sito degli artisti indipendenti Ufunk sono state pubblicate le fotografie delle sue opere “vive” che si candidano a rappresentare il futuro della street art.



da Affaritaliani.it

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top