I capi di Stato e i leader mondiali si tolgono tailleur, giacche e cravatte e si trasformano in modaioli hipster nella serie di quadri realizzata dal designer israeliano Amit Shimoni intitolata "Hipstory".



Appaiono tatuati, spettinati e colorati i protagonisti della storia attuale: C'è Barack Obama con i capelli rasta, canottiera e tatuaggi, Che Guevara con camicia a quadri e cappello firmato Adidas, il Dalai Lama con occhiali dalla montatura spessa, t-shirt e felpa con la zip. L’immancabile Donald Trump con camicia Hawaiana con tanto di fenicotteri rosa, piercing al setto e ciuffo biondo, Hilary Clinton con capelli silver sfumati di viola, come vuole l’ultima tendenza, John Fitzgerald Kennedy con il piercing al naso e t-shirt di Marilyn Monroe, ecc..









«La serie Hipstory è iniziata riflettendo sulla cultura del mio Paese e sulle figure di spicco del passato, confrontate con le mode di oggi – dichiara Amit Shimoni -. Dopo i primi disegni, dedicati ai fondatori di Israele, ho deciso di espandere il tutto ai leader mondiali che hanno fatto la storia dei loro Paesi».

La subcultura giovanile più chiacchierata degli ultimi anni veste e reinventa nelle opere di Amit Shimoni, i protagonisti della storia moderna. Così lontani dalle tendenze modaiole, i leader ci appaiono sotto un’insolita nuova luce che li rende subito bizzarri e sicuramente più interessati al proprio look che alle questioni mondiali.
La serie realizzata da Amit Shimoni vuole farci sorridere con leggerezza e colori vivaci, guardare ai leader mondiali con occhi più umani e più indulgenti, ma allo stesso tempo vuole farci riflettere sui valori e sulle priorità dei giovani d’oggi, più interessati al proprio riflesso nello specchio o nella telecamera del proprio smartphone, che ai problemi e alle dinamiche che condizionano il mondo in cui vivono.
Le illustrazioni di Amit Shimoni sono in vendita online sotto forma di quadri, magliette o gadget.

Per ulteriori immagini e informazioni vi segnaliamo il sito web dell’artista, il suo profilo Instagram e la sua pagina Facebook

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top