“Si ride per non piangere”, classica frase di circostanza che invita a non abbattersi e suggerisce di affrontare le situazioni col sorriso o, a volte, con un’isterica risata fragorosa.
Segue questa sorta di mantra proverbiale Eduardo Salles, artista che fa dell’ironia il suo punto di forza, la sua ancora di salvezza in un porto caotico come quello in cui approda la civiltà moderna.
Pubblicitario, designer, illustratore, professore, scrittore, creative director di brand a cinque stelle…chi più ne ha più ne metta, insomma.
Il giovanissimo messicano (classe 1987), oltre a vantare un curriculum da urlo, sfoggia nelle sue illustrazioni una vena - un’arteria, se posso - ironica esilarante, pungente e sempre pertinente.
Cinismo Ilustrado è il nome della sua collezione d’arte, che si compone di vignette divertenti tramite le quali l’artista ci racconta i punti deboli della società moderna.





Il suo punto di vista, peraltro inattaccabile e indiscutibilmente onesto, si concentra sugli aspetti negativi di una civiltà tecnologicamente troppo sviluppata, una società permeata dal world wide web, in cui i rapporti virtuali uccidono quelli personali e dove i soggetti combattono a suon di like e followers.
“In this digital age, using smartphones, deciphering icons, and clicking "like" have become second nature”; questo il pensiero dell’artista, una sorta di denuncia sociale incentrata sui paradossi della società e sull’eccessiva importanza dei social network a discapito dei rapporti umani.
Con colori vivaci e uno stile semplice e diretto, prende in giro i clichè in cui inciampiamo ogni giorno: una connessione wi-fi che svolta la nostra giornata, l’ultimo iPhone uscito in commercio, un compiacimento sterile per il numero di like ricevuti su Facebook.
Eduardo, tuttavia, si sofferma anche su quei luoghi comuni ormai propri del nostro tempo: la difficoltà nel trovare un lavoro, la differenza tra il punto di vista maschile e quello femminile in tema di relazioni o i controversi canoni estetici che frustrano la donna d’oggi.





L’artista si serve della sua creatività per criticare, sempre con estremo cinismo, un mondo fatto di molta apparenza e poca sostanza.
Potete trovare tutte le illustrazioni sul sito Cinismo Ilustrado.

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top