Anche i muri hanno le orecchie! Eh già, adesso è proprio il caso di dirlo e a dimostrarlo ci pensa Brad Spencer, artista statunitense che dal 1989 ama giocare con le forme ed i mattoni.
Brad crea delle emozionanti sculture realistiche partendo da uno degli elementi base più celebri: il mattone.
Per fare un'opera d'arte ci vuole ispirazione e l'ispirazione talvolta può provenire anche da un semplice mattone. L'artista crea delle sculture curiose e coinvolgenti partendo dall'utilizzo del materiale edile per eccellenza e riesce a decontestualizzarlo dalla sua natura trasformandolo da un elemento funzionale ed indispensabile ad uno strumento architettonico carico di velleità artistiche.



Assistiamo, in qualche modo, alla rivincita del mattone che, da sempre costretto a far da spalla in ogni situazione, diventa autonomo e consapevole; consapevole di essere bello e di poter essere apprezzato per la sua natura intrinseca.
Partendo dalla lavorazione dell'argilla cruda e proseguendo con la cottura e l'assemblaggio dei singoli pezzi, Brad crea delle sculture tridimensionali i cui protagonisti sono principalmente donne e bambini che, secondo l'artista, incarnano le caratteristiche principali delle sue opere: la forza e contemporaneamente la fragilità.
I soggetti si mimetizzano tra la fantasia rossastra dei mattoni e, nonostante l'inevitabile staticità e pesantezza delle sculture, le scene rappresentate comunicano una certa dinamicità.




Oltre ad essere estremamente originali, le opere dello scultore sono anche molto smart: riescono ad incuriosire e a suggestionare i passanti grazie ad un materiale elementare che, una volta reso arte, non necessita di particolari interventi di manutenzione.
Grazie anche all'aiuto della moglie, Tammy Spencer, Brad ha realizzato numerose sculture che sono per la maggior parte esposte pubblicamente in spazi aperti e prendono parte alla scena urbana coinvolgendo chiunque!

Visita il sito dell'artista.

 

 

 

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top