Si parla tanto di vivere “slow”, mangiare Slow Food e vestire Slow Fashion però poi riempiamo le nostre giornate di scadenze e cose da fare e non ci godiamo nulla a causa della fretta. Un artista giapponese si è chiesto come sarebbe la nostra vita se fossimo flemmatici e calmi come dei bradipi, dei simpatici mammiferi famosi per la loro lentezza. Passare le giornate dormendo su un ramo ha il suo fascino ma come sarebbe la nostra vita se tirassimo il freno e andassimo adagio come un bradipo? Keigo ha cercato di immaginare i problemi che un bradipo dovrebbe affrontare ogni giorno se vivess

Ecco a voi Liu Bolin, l'artista che sparisce come un mago!Bolin è un creativo cinese, noto per i suoi autoritratti fotografici, caratterizzati dalla fusione del corpo con l'area circostante. Attraverso un accurato lavoro di body-painting l'artista si mimetizza a tal punto con i monumenti e i paesaggi circostanti che sembra sparire nel nulla!La sua fama arrivò nel 2005 quando il Suojia Village di Pechino, il villaggio degli artisti indipendenti dove risiedeva venne smantellato dalle autorità. In quella triste occasione Bolin si mimetizzò per la prima volta, con lo scopo di dimostrare la s

Quando si parla di installazioni scultoree su larga scala realizzate con comuni palloncini in lattice allora si parla senza dubbio dell'artista Jason Hackenwerth. L'artista americano Hackenwerth realizza gigantesche opere con semplici palloncini gonfiabili come quelli che si usano per le feste di compleanno dei bambini. I suoi lavori rappresentano per lo più minacciose creature degli abissi marini. Ispirato dalla scienza, dalla mitologia e dalla natura effimera del mezzo prescelto, ogni opera è misteriosa e divertente al tempo stesso. Hackenwerth ha ormai  sviluppato tecniche eccellenti pe

Guodong Zhao è un artista di grande talento di Pechino, in Cina. Ha ideato un progetto eccezionale chiamato "Lazy things"; una riflessione sul procrastinare che viene abilmente presentata al pubblico attraverso adorabili illustrazioni di animali esilaranti. Il mondo sta cambiando e, con esso, le abitudini della popolazione. La sempre crescente presenza di Internet, dei social media e del potente Netflix sta rendendo questa generazione molto pigra....E allora l'intuizione! E se anche gli animali si stessero adeguando alle malsane abitudini degli umani? Lazy Things, è stato rea

Le sculture inquietanti di Dongwook Lee parlano delle contraddizioni della natura umana e sono volutamente scioccanti per risvegliare immediatamente l'autocoscienza dello spettatore. Le opere di Lee si concentrano sulla figura umana, rappresentata spesso in situazioni assurde e sgradevoli. Gli umani sono spesso raffigurati come frutti caduti dagli alberi come nella mitologia norrena. Quello che l'artista prova a raccontare è che noi esseri umani siamo difettosi e viviamo facendo galleggiare il mondo nel caos. In un circolo infinito di vita e morte abbiamo da sempre cercato le ragioni dell'e

Nel web ci sono più di 515 mila foto etichettate con l'hashtag #angelwings. Vi siete mai chiesti perché sia scoppiata questa mania delle ali da angelo?Tutto è cominciato quando Colette Miller, una street artist americana, nel 2012 ha lanciato il suo Global Angel Wings Project, partendo dall’Arts District di Los Angeles. Nelle strade di Los Angeles, la città degli Angeli, sono apparsi dei murales raffiguranti delle ali d'angelo. Le ali di dimensioni umane sono state dipinte per ricordare all'umanità che noi siamo gli angeli della terra..... Global Angel Wings Project è una serie di gra

Come sempre i The Simpsons ci stupiscono, regalandoci perle di saggezza su “costume e società”. Con graffiante ironia e grande capacità di sintesi, nella ventitreesima stagione la serie animata americana racconta un fenomeno, quello della street art, con un punto di vista tanto obiettivo quanto critico che vorremmo raccontare. Come prima cosa mi verrebbe da dire che se ne parlano I Simpson allora quella “cosa” esiste. Che si tratti di un tema di attualità, una moda o un personaggio famoso, se qualcosa o qualcuno subisce la critica severa de I Simpson allora è in “agenda”. Quin

Una satira fatta di fiori, farfalle e tratti delicati, inizierei con queste parole per descrivere i lavori dell'illustratore Fabio Magnasciutti. Fabio è un vignettista particolare, che “parla” senza  provocazioni gratuite, dirette, esplicite  e senza “gli spiegoni”. La sua firma sono ironia e sarcasmo, le sue immagini sono poetiche e struggenti e le sue battute taglienti e lapidarie. Tutto questo rende il suo lavoro sensibilmente dolce. Fabio Magnasciutti ha collaborato con l’Unità e il Fatto Quotidiano e a quel tempo le sue vignette avevano un taglio più politico. Ora ch

L'illustratrice giapponese Maori Sakai crea incantevoli gif animate che catturano momenti felici e romantici della vita di tutti i giorni. Sin da quando era bambina, Sakai si è sempre divertita a disegnare. Ha frequentato il liceo Artistico dove ha imparato le basi del disegno e dopo la laurea ha frequentato per tre anni una scuola di design a Tokyo dove ha studiato arte digitale. Il suo lavoro sembra quasi quello di un coach motivazionale e nelle sue gif compaiono spesso frasi semplici ma potenti come: “Take it easy” o “Happiness is on your side”. Queste parole ci ricordano che esse

Tono provocatorio, oggetti della contemporaneità messi in discussione, maschere invisibili a riflettere differenti identità. Joana Vasconcelos, artista contemporanea portoghese, torna al Museo Serralves di Porto, località del Portogallo, con la mostra “I’ll be your mirror”, per presentare fino al 24 giugno opere come le scarpe "Marilyn" e un mastodontico anello di fidanzamento (“Solitario”) realizzato interamente su una struttura di coppe di cristallo e cerchioni. La Vasconcelos sostiene che ci siano molte identità e, tra queste, ci siano certamente molte prospe
Avanti
martedì, 15 ottobre 2019
Back to Top