Per me una volta era un piacere prendere il treno. Mi è sempre piaciuto capitare seduto a fianco di sconosciuti e intraprendere quelle conversazioni leggere, senza pretese, che ti fanno passare il tempo del viaggio in modo piacevole. Quelli più restii alla conversazione erano di solito le persone che preferivano viaggiare, oltre che col treno, con la mente, leggendo un buon libro.
Poi sono arrivati gli smartphone ed i tablet, e i compagni di viaggio si sono “chiusi” tra i loro profili social e puntate infinite di serie tv.



Inoltre, capita spesso di imbattersi in quei personaggi che passano tutto il viaggio parlando al telefono, raccontando tutti i fatti propri, ovviamente parlando ad alta voce, incuranti del fastidio che possono dare ai presenti: io odio chi parla ad altissima voce quando sta al telefono!

In Olanda stanno cercando di ristabilire le sorti del mondo, introducendo il vagone biblioteca. Un sogno ad occhi aperti che cerca di riunire il piacere della lettura a quello del viaggio: al posto delle cappelliere sono stati inseriti diversi scaffali, tutti contenenti libri.



La biblioteca è si trova su alcuni treni Intercity, e tutto l'allestimento della carrozza è volto a farti sentire all'interno di una vera e propria biblioteca: ci sono tavolini su cui poggiare i libri, lampade per aiutare la lettura e tappeti srotolati lungo i pavimenti.
Inoltre, il viaggiatore è invitato a lasciare un proprio libro come eredità alla biblioteca viaggiante, così da ampliare il catalogo e la scelta dei futuri fruitori.

loading...
Monday, 05 December 2016
Back to Top