A Newmarket, una cittadina del Canada, nasce un progetto unico di riqualifica del territorio che unisce design e cultura in modo davvero originale.
In una piazza di passaggio in un quartiere in via di riqualifica è stato allestito un angolo-libreria che dall'esterno incuriosisce molto.
Questo progetto si chiama Story Pod, ed è una libreria “pop-up”.
Quando è chiusa sembra un semplice ma elegante cubo dal colore nero, costituito da doghe verticali in lamina, posizionate a distanze differenti l'una dall'altra: lo spazio che si crea tra esse permette, attraverso uno strato di materiale trasparente, di poterne scrutare gli interni.
Poi, di giorno, accade la magia: due pareti del cubo si aprono con lo stesso movimento di quando apriamo la copertina di un libro, e la struttura diventa una libreria dedicata al bookcrossing, ovvero un luogo dove gratuitamente puoi prendere un libro e lasciarne uno a tua volta, o semplicemente entrare, accomodarti e leggere.

Di notte, quando le porte sono chiuse, il cubo viene illuminato da luci a LED alimentate da pannelli fotovoltaici posizionati sul tetto della struttura, rendendo questa libreria totalmente autonoma, autoalimentata e molto “green”.

La libreria è stata progettata a titolo gratuito dallo studio di architettura Atelier Kastelic Buffey ed è stata poi costruita da un team di volontari, mentre fondi necessari all'acquisto dei materiali sono stati donati da HollisWealth.



Per avere più info sul progetto, clicca qui.

loading...
Thursday, 08 December 2016
Back to Top