Se è vero che oggi non si può più mangiare tutto a cuor leggero a causa di OGM, olio di palma e glutine, è bensì vero che si può mangiare con tutto! Ce lo dimostrano i designer dello studio Steinbeisser in collaborazione con una serie di artisti internazionali.  

Steinbeisser è uno studio creativo di Amsterdam che esplora nuovi trend culinari. Fondato nel 2009 da Wijnsma e Martin Kullik, nel 2012 ha lanciato un'iniziativa chiamata Experimental Gastronomy. Negli ultimi cinque anni hanno portato avanti un'insolita ricerca: creare posate e stoviglie per celebrare la sperimentazione, la versatilità e la ricerca di nuovi modi per gustare il cibo.
Venticinque artisti sono stati invitati a ripensare stoviglie “creative”, dimostrando che si possono realizzare forchette e piatti con tutto: si può partire da una pietra, da una chiave inglese, da un paio di cesoie, oppure recuperare tronchi e frutti degli alberi.


Guidati dal desiderio di ricerca e decisi a scovare nuovi modi di godere del cibo, questi pezzi non seguono le normali regole di usabilità. I creativi in questione si sono sfidati a riconsiderare il rapporto tra la tavola e l'utente: alcuni pezzi  posso essere apprezzati per la loro funzione, mentre altri per la loro bellezza.
La  proposta di gastronomia sperimentale di Steinbeisser riunisce chef rinomati e artisti per un'esperienza culinaria one-of-a-kind. Mangiare e bere ingredienti completamente a base vegetale (vegan) e provenienti da produttori locali biologici e biodinamici, diventa un'opportunità di contaminazione creativa.
Da questo lungo lavoro nasce jouwstore, il negozio online di Steinbeisser. Uno store che presenta una vasta collezione di posate e stoviglie create da più di 25 artisti internazionali. Questi pezzi sono unici nel loro stile perchè domostrano come anche un semplice cucchiaio in acciaio può essere ripensato in un'ottica multi-funzionale e senza preconcetti.
Vediamone alcuni insieme...

 


Per maggiori info visitate il loro sito.

loading...
Monday, 29 May 2017
Back to Top