Andare alla scoperta di luoghi nascosti è un sogno che tutti ci portiamo dietro fin da bambini, eppure c'è chi sogna di farlo davvero con un progetto concreto che aspetta solo di essere realizzato.
Riuscire a recuperare alcuni luoghi nascosti e storici è una grandissima opportunità soprattutto per migliorare dei quartieri a cui mancano determinati servizi. Da qui nasce un progetto parigino affidato al giovane architetto Manal Rachdi e all’urbanista Nicolas Laisné nel quale si chiede di riconvertire in spazi “vivi” sette delle undici stazioni della metropolitana dimenticate: Haxo, Porte-des-Lilas, Champ-de-Mars, Porte-Molitor, Arsenal, Croix-Rouge e Saint-Martin, oltre ad una vecchia stazione ferroviaria dismessa, sotto gli Invalides.

Alcune stazioni in passato sono state utilizzate come set per campagne pubblicitarie o per girare film ma sono rimasti eventi temporanei e sporadici. Sarebbe stupendo creare una vera Parigi sotterranea, vivibile e con tutti i confort ma purtroppo per il momento è solo un sogno, anche se i progetti ci sono e le foto dei rendering lasciano senza fiato.

Il restyling delle stazioni dimenticate punta a trasformarle in luoghi dedicati allo sport o all'arte come piscine o palestre, in teatri o luoghi di esposizione, ma anche in luoghi di convivialità come ristoranti, bar o discoteche.

loading...
Thursday, 08 December 2016
Back to Top