New York è una delle più grandi metropoli del pianeta. Una città immensa e complicata dove però è possibile realizzare progetti innovativi e utili alla collettività. La Grande Mela stupisce ancora una volta e presenta al mondo intero: Lowline. Il progetto consiste nella conversione di una stazione di tram abbandonata sotto le strade del Lower East Side di Manhattan. Gli ideatori, James Ramsey e Daniel Barash, con costanza e determinazione sono arrivati a completare il primo step, lavorando dal 2011 per realizzare quello che sarà il più grande parco sotterraneo del pianeta.

Lowline infatti sarà riempito con migliaia di specie di piante che sopravviveranno grazie ad innovative tecnologie solari che le irradieranno di luce naturale.

Un mondo incantato sotterraneo.

 

Il concept di Lowline, nasce dalla crescente problematica dell’assenza o dell’inadeguatezza di spazi verdi nelle città. Uno degli argomenti più caldi nell’agenda setting degli Stati, al quale si cerca di porre rimedio. Lowline prova a dare una risposta, valorizzando gli spazi inutilizzati sottoterra.

Da ottobre 2015, anche grazie al crowdfounding su Kickstarter, è stata portata a termine la prima fase con 225 mila dollari. E’ nato il Lowline Lab, un magazzino laboratorio di 500 mq, dove saranno sperimentate le tecnologie di funzionamento e il concetto di quello che diventerà nel futuro il Lowline. Questo spazio, funzionerà anche come punto di promozione del progetto con l’obiettivo di un’interscambio di idee e di studiare le connessioni emozionali con il pubblico.

James Ramsey e Daniel Barash, sperano di terminare il progetto entro il 2020, preventivando un capitolo d’investimenti tra i 60 e i 75 milioni di dollari.

 

 

 

 

 

 

 

More Info:

http://www.thelowline.org

loading...
Saturday, 03 December 2016
Back to Top