Da LinkedIn, il colosso web per lo sviluppo di contatti professionali, si lavora in uno speakeasy! Un po' come si faceva un tempo, quando le persone per fare affari si incontravano in ambienti informali e decadenti, come i vecchi social e business club newyorkesi.

Gli uffici del social network, situati tra il 22° al 28° piano dell’Empire State Building, sono stati interamente rinnovati nel 2013, ma la società ha recentemente incaricato Interior Architects della progettazione di un “club level” dedicato al team vendite del 28° piano. Lo scopo del restyling è quello di migliorare la comunicazione tra i singoli reparti e aggiungere uno spazio con un salotto informale e una caffetteria.

I designer si sono ispirati direttamente dalla raffinatezza smaliziata di famosi club di New York. IA ha incluso nel progetto anche uno speakeasy, in cui si accede attraverso un piccolo atrio coperto da 133 telefoni d’epoca.

Oltre a lounge, biliardo e cinema c'è un segretissimo bar dal gusto rétro. Al wine-bar, come dicevamo, si accede da una "camera delle meraviglie" vintage. Entra solo chi conosce il numero giusto per far squillare uno dei tantissimi telefoni che tappezzano le pareti. In pratica una sola tra le cornette, se sollevata e riposta, concede l’ingresso alla sala segreta. Per sapere qual è il telefono giusto basta farlo squillare componendo un numero rilasciato dall’ufficio attraverso una parola d’ordine.

L'intero piano è stato "trattato" come un club level, e anche le sale riunioni non sono più formali, asettiche e fredde, ma intime, piccole e circondare da tende, come in un club privè. Le diverse stanze prendono in prestito il nome da piccole e sconosciute strade di New York. Per esempio, c'è una piccola sala conferenze che si chiama Tennis St, uno dei più piccoli blocks di Brooklyn.

Da LinkedIn non se la passano poi tanto male, eh?

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top