Quest'anno, salvo in rari giorni che fanno da eccezione per confermare la regola, l'inverno si è dimenticato di arrivare.
Sicuramente a molti di noi fa piacere, io personalmente fino a metà dicembre non avevo ancora tirato fuori la giacca invernale e giravo in felpa e giacca di pelle (leggermente imbottita).
Però, fermandosi un attimo a pensarci, è strano. E' strano che nei mesi invernali il clima sia così poco freddo. Chissà da cosa dipende...
Non so se possa entrarci, ma io credo che in parte dipenda anche dal famoso e famigerato fenomeno chiamato riscaldamento globale.

Per riscaldamento globale si intende un fenomeno di aumento delle temperature della superficie terrestre non dovuto a cause naturali ma bensì all'incremento dei gas serra, in particolare dell'anidride carbonica, causato dall'attività umana. In particolar modo è dovuto alla generazione di energia per mezzo di combustibili fossili ed alla deforestazione, che genera a sua volta un incremento dell'effetto serra. In pratica un cane che si morde la coda.
L'aumento delle temperature sta causando anche lo scioglimento di ghiacciai, con il conseguente aumento del livello del mare, e a naso è una cosa che non suona molto bene.

Proprio per sensibilizzare le persone sul caldo tema del riscaldamento globale e il conseguente scioglimento dei ghiacciai, dopo la fantastica action tenuta a Parigi dal gruppo Brandalism, anche il designer svizzero Brynjar Sigurðarson ha voluto dire la sua progettando delle candele a forma di Iceberg, che prendono il nome di Glacier Candles. Esatto: accendi la candela e vedi un iceberg che si scioglie in poco tempo.



Il concept dietro questo progetto è tanto semplice quanto efficace: il riscaldamento globale purtroppo è una realtà a noi molto vicina, e la tutela dell'ambiente dipende in primis da noi stessi, è nelle nostre mani. Proprio come queste candele.



Qui trovate il sito ufficiale del designer.

loading...
Tuesday, 06 December 2016
Back to Top