Bosco Verticale! è una foresta urbana dalle dimensioni effettive, in piano, di 10.000 metri quadrati, che crescerà però verso l’alto.
L’architettura italiana dalla firma di Stefano Boeri Architetti ha la speranza di fondere la vegetazione con l’architettura urbana.
L’azienda milanese ha progettato un modello che potrebbe portare a un rimboschimento e una naturalizzazione delle metropoli, facendo crescere queste foreste verso il cielo.“IL Bosco Verticale è uno stratagemma per la sopravvivenza ambientale delle città contemporanee europee” dice Stefano Boeri. Sarà Milano ad ospitare i primi due Boschi Verticali, con dei grattacieli residenziali che sono gia in fase di pianificazione.

Saranno alti rispettivamente 110 e 76 metri, e ospiteranno oltre 900 alberi, questo escludendo la grande varietà di arbusti e piante di piccola taglia. Ciò vuol dire che se si disponesse tutte le piante su una superficie piana, occuperebbero circa 10.000 metri quadrati.

Il progetto aiuta anche a filtrare l’inquinamento dell’aria nell’ambiente urbano, a produrre umidità, ad assorbire particelle di CO2 e polveri sottili, e a creare ossigeno, il che migliorerà la qualità di vita dei residenti, formando anche una barriera per proteggere l’edificio dall’inquinamento acustico.

Sarà installato un sistema di irrigazione e filtraggio che riciclerà le acque grige per la manutenzione degli impianti, e saranno montate celle solari fotovoltaiche che contribuiranno a dare all’edificio una autosufficienza energetica.

lospiritodeltempo.wordpress.com/2011/11/29/bosco-verticale-in-progetto-a-milano

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top