Si chiama 50 Manga Chairs l’installazione che Nendo ha ideato per il prossimo Fuorisalone di Milano. Nata da una collaborazione con la Friedman Benda Gallery di New York, 50 Manga Chairs è il risultato del tentativo dell’artista e designer di adattare il forte carattere simbolico dei fumetti giapponesi al design dell’arredo. Così come i manga sono un mezzo di espressione caratterizzato da un elevato grado di astrazione, fondati su una serie di linee dal deciso effetto bidimensionale, così Nendo ha optato per una finitura completa a specchio, evitando intenzionalmente gli aspetti fisici come il colore e la consistenza.
I fumetti manga sono profondamente radicati nella cultura giapponese: l’origine delle stampe Ukiyoe, infatti, forme d’arte da cui derivano i fumetti giapponesi, risale al periodo compreso tra il 1603 e il 1868, il cosiddetto “Edo”.

Le sedute di Nendo richiamano le vignette riportate su un singolo foglio di carta per creare una sequenza narrativa: allineate lungo una griglia, con lo scopo di rievocare il senso di una storia, sono personalizzate nel design, caratterizzate ciascuna da un elemento tratto dallo stile manga. Così un fumetto o una linea a effetto dinamico sono aggiunti per rappresentare suoni o azioni. Oppure gocce di sudore o lacrime diventano simboli emotivi.
La finitura a specchio crea nuovi livelli spaziali e, proprio come i manga, riflette per propria natura il mondo reale.

L'installazione sarà allestita presso il Chiostro Minore di San Simpliciano a Milano, dal 12 al 17 aprile

Via Area-Arch.it

loading...
Saturday, 10 December 2016
Back to Top